Lorenzo “Hurricane” Martinucci convocato in Nazionale

Continua il momento d’oro del pugilato reggiano: il giovane campione della Boxe Tricolore Olmedo Lorenzo ‘Hurricane’ Martinucci è stato convocato in Nazionale e domenica 26 giugno si è recato a Roma dove sarà in ritiro con gli azzurri fino al 2 luglio per essere conosciuto e valutato dai tecnici federali.

Per il 56 kg youth, studente reggiano classe 1999, allievo dei maestri Michael Galli e Massimo Bertozzi, si tratta di un grande risultato, del tutto meritato dopo aver vinto le ultime due edizioni del Torneo Nazionale Italia ‘Alberto Mura’, dopo essersi laureato campione regionale e interregionale per tre anni consecutivi e dopo aver conquistato una medaglia di bronzo ai Campionati Italiani.

Pugile tecnico, talentuoso e intelligente sul ring, ‘Hurricane’ ha già vinto diciassette incontri in carriera.

Trasferta di Bologna e campionati universitari: weekend di impegni per la Boxe Tricolore

Si è conclusa con le finalissime di lunedì sul ring del Palahockey la tre giorni dei Campionati Nazionali Universitari, che quest’anno si sono tenuti a Reggio Emilia organizzati dalla Boxe Tricolore Olmedo e Sergio Cavallari per conto della Federazione Pugilistica Italiana in collaborazione con il Cus di Modena e Reggio Emilia. All’atto conclusivo hanno assistito anche il presidente della Fpi Alberto Brasca insieme a tutti i vertici federali.
Tra i 78 pugili studenti universitari (49 uomini e 29 donne) che hanno partecipato, si sono laureati campioni: per le categorie femminili Giulia Michetti (48 kg, Cus Monza Brianza), Giulia De Laurenti (54 kg Cus Torino), Martina Pietrolungo (57 kg Cus Roma Sapienza), Diana Cervi (60 kg Cus Milano) e Rachele Valvo (64 kg Cus Rmsr); per le categorie maschili Alessandro D’Ambrosio (56 kg Cus Salerno), Mattia Di Tonto (60 kg Cus Chieti), Fateh Benkorichi (64 kg Cus Milano), Antonio Carini (69 kg Cus Caserta), Diego Vergoni (75 kg Cus Perugia), Edoardo Nodaro (81 kg Cus Roma 3), Tommaso Rossano (91 kg Cus Napoli), Dmytro Tonyshev (+91 kg Cus Venezia). La classifica a squadre è stata vinta dal Cus Milano davanti al Cus Roma Sapienza.

 
OLMEDO. Contemporaneamente nel fine settimana due atleti reggiani della Boxe Tricolore Olmedo, accompagnati dai maestri Michael Galli e Massimo Bertozzi, si sono fatti valere sul ring di Bologna. Il 60 kg junior Luca Arduini ha battuto ai punti il ferrarese Antonio Licata, più vecchio di un anno ma incapace di fronteggiare gli attacchi del reggiano; il senior 75 kg Emiliano Martinelli ha sconfitto sempre ai punti il pugile di casa Marco Mello. “Mello è dotato di grande fisico ed aveva tutto il pubblico a favore _ racconta il maestro Galli _ ma contro Martinelli non ha avuto scampo. Emiliano, che grazie al lavoro in palestra ha imparato ad essere più mobile sulle gambe ed a mettere colpi più secchi, gli ha dato una vera e propria lezione di boxe”.

Bis di vittorie sul ring di Imola

Ottimi risultati sabato scorso per i pugili reggiani della Boxe Tricolore Olmedo in trasferta sul ring di Imola. Tre i ragazzi impegnati, accompagnati come sempre dai maestri Michael Galli e Massimo Bertozzi.
Ennesima grande vittoria contro un pugile più alto e più pesante per Mattia ‘Lo Spartano’ De Bianchi, elite 56kg: il riminese Nicolò Para non è mai riuscito a far valere la propria maggiore stazza fisica, in quanto il reggiano con la velocità e la scelta di tempo che lo contraddistinguono lo ha sempre mandato a vuoto, castigandolo poi con serie fulminee. Netta vittoria ai punti, così come quella ottenuta dal senior 69 kg Lorenzo Gambarelli contro l’atleta di Imola Matteo Brambilla: impossibile per i giudici anche solo pensare ad un verdetto casalingo, tale è stata la superiorità del reggiano, molto mobile sulle gambe ed abile a schivare e incrociare.
Il senior 81 kg della Olmedo Karim Bejaoui, infine, si è reso protagonista di un confronto avvincente ed equilibrato con il ravennate Succigliari: alla fine delle tre riprese i due pugili erano a centro ring in attesa dell’incerto verdetto, quando l’arbitro ha notato che il reggiano indossava sotto i guantoni un anellino; una dimenticanza che, come da regolamento, gli è costata la sconfitta per squalifica.
Nella foto: De Bianchi, Galli e Gambarelli

Torneo Italia – Lorenzo “Hurricane” Martinucci campione 56 Kg

 Grande impresa lo scorso fine settimana sul ring di Mondovì, in provincia di Cuneo, per Lorenzo ‘Hurricane’ Martinucci, che si è aggiudicato il ‘Torneo Italia’ con un capolavoro pugilistico. Il giovane atleta reggiano della Boxe Tricolore Olmedo, accompagnato dai maestri Michael Galli e Massimo Bertozzi, ha vinto la competizione destinata ai campioni regionali giovanili di tutta la penisola della sua categoria youth 56kgsconfiggendo ai punti in finale il forte ed esperto calabrese Osnato, già campione italiano. “Lorenzo _ racconta il maestro Galli _ ha studiato questo forte avversario in semifinale, capendo come fregarlo: si muoveva sul tronco e, prima che l’altro partisse, faceva quel passo in avanti anticipandolo e lavorando dalla corta distanza. Una grande prova”.

 Nel Torneo Italia erano impegnati anche altri due reggiani: il campione regionale junior 60kg Samuel Serradimigni, il quale ha perso ai punti in semifinale ma senza mollare di un centimetro contro il forte lombardo Paragnani, e del campione regionale youth 49kg Eros Truzzi, il quale si è dovuto inchinare per la quarta volta in carriera al campione veneto Adami, ma per la prima volta di stretta misura.

Luci e ombre negli impegni di domenica 15 maggio

Giornata in chiaroscuro per la Boxe Tricolore Olmedo: la manifestazione del Lido Po Guastalla, proposta insieme a Sergio Cavallari con il ring allestito sotto il tendone del Peace in Po – La Quadra per il rischio pioggia, è stata perfetta dal punto di vista organizzativo, con centinaia di spettatori che hanno assistito agli incontri. Dal punto di vista dei risultati sportivi, per una volta, il bilancio è in passivo: Erik Bondavalli ha perso (dopo quattro vittorie e un pari) il suo primo match da professionista, ai punti contro il lombardo Marco Miano, che ha messo sul quadrato una maggior esuberanza ed una maggior voglia di vincere. Il peso medio reggiano era partito bene, ma un gancio sinistro al fegato nel secondo round ha dato il via ad un incontro di sofferenza a cui l’allievo del maestro Galli non è più riuscito a cambiare l’inerzia. Una sconfitta comunque utile se Erik ne saprà trarre insegnamento per il futuro.
Anche nei dilettanti la Tricolore Olmedo ha ottenuto solo tre vittorie a fronte di quattro sconfitte: le note positive sono venute da Alessandro ‘Demolition Man’ Iacono, alla nona vittoria su nove (la settima prima del limite) contro il malcapitato modenese Nasole, fermato dal medico all’inizio del terzo round, da Ion Grecu autore di una buona prestazione contro Sallah di Parma, e da Mattia ‘Lo Spartano’ De Bianchi mai impensierito dal ferrarese Obaid. Sconfitte ai punti per Lorenzo Galvani nel derby contro Asad Sardar della Boxe Guastalla, per Cristiano Caiti al termine di un’epica battaglia contro Frateschi di Varese, per Lorenzo Gambarelli contro il più incisivo modenese Granata e per un Oldrin Mukaj un po’ spento contro il più volonteroso lombardo Gjonku.
PARMA. Manifestazione riuscita e risultati alterni anche a Parma, nella riunione organizzata insieme alla Seconds Out del maestro Disogra. Emilano Martinelli si è aggiudicato il derby contro Mario Di Matteo dell’Iron Club Gym Scandiano; Claudia Salerno ha battuto con una prestazione perfetta Hilary Gomiero; Kadri Kozi è stato premiato come miglior pugile per aver sconfitto il piacentino Diagne; Luca Arduini ha centrato una bella vittoria contro Farsaoui; Karim Bejaoui ha perso con un verdetto dubbio contro Olomu; Alexis Boussim è stato frenato dall’emotività contro Segala; Nunzio Orefice non ha offerto la sua miglior prova contro Teffahi, mentre lo scandianese Dylan Pignoli ha perso per ferita contro Ardelean.

19 pugili reggiani impegnati domenica 15 maggio

Due manifestazioni in contemporanea e 19 pugili reggiani sul ring: quindici della Boxe Tricolore Olmedo, due dell’Iron Club Gym Scandiano, uno della Boxe Guastalla oltre ovviamente al peso medio professionista Erik ‘Dynamite Kid’ Bondavalli. Quella di domani (DOMENICA 15 MAGGIO) sarà una giornata da ricordare per il pugilato reggiano. Al Lido Po Guastalla Sergio Cavallari in collaborazione con la Tricolore Olmedo organizza l’ormai tradizionale manifestazione primaverile con il ring allestito a pochi metri dal fiume (anche in caso di pioggia) nel contesto del ristorante La Quadra – Peace in Po. Primo colpo di gong alle ore 16.30, ingresso gratuito. Il ‘clou’ sarà costituito dal primo match sulla distanza delle sei riprese del peso medio professionista Erik Bondavalli contro il lombardo Marco Miano, già affrontato da dilettante proprio in una delle precedenti edizioni di ‘Pugni sul Fiume’: due anni fa Erik vinse ai punti al termine di tre round intensi e combattuti. Ricco il programma dilettantistico, con impegnati sette allievi del maestro Michael Galli: da segnalare il derby tra Galvani e Sardar di Guastalla, e gli incontri degli ‘elite’ De Bianchi, Mukaj, del lanciatissimo Iacono, finora imbattuto dopo 8 combattimenti di cui sei vinti prima del limite, oltre che di Caiti, Gambarelli e Grecu.
In contemporanea a Parma, nella manifestazione organizzata dalla Tricolore Olmedo insieme alla Seconds Out del maestro Giuseppe Disogra, sarà l’altro insegnante Massimo Bertozzi a seguire all’angolo le prove degli atleti reggiani: Martinelli (nel derby contro Di Matteo di Scandiano), Boussim, Arduini, Salerno, Kozi, Orefice, Bejaoui e Painstil, oltre a Dylan Pignoli di Scandiano che sarà accompagnato dal maestro Valentino Manca.

Programma Guastalla. Senior 64kg 3×3′ Lorenzo Galvani (Re) vs Asad Sardar (Boxe Guastalla); youth 64kg 3×3′ Cristiano Caiti (Re) vs Fabrizio Frateschi (Panthers Lauri); senior 69kg 3×3′ Lorenzo Gambarelli (Re) vs Carmelo Granata (Robby Team Mo); senior 64kg 3×3′ Ion Grecu (Re) vs Eddin Harik Sallah (Kid Saracca Pr); senior 75kg 3×3′ Alessandro Iacono (Re) vs Giulio Nasole (Robby Team Mo); elite 56kg 3×3′ Mattia ‘Lo Spartano’ De Bianchi (Re) vs Ahmed Obaid (Ferrara Boxe); elite 81kg 3×3′ Oldrin Mukaj (Re) vs Detar Gjonku (Panthers Lauri); professionisti pesi medi 6×3′ Erik ‘Dynamite Kid’ Bondavalli (Team Cavallari-Ventura) vs Marco Miano (Panthers Lauri).

Programma Parma. Junior 70kg 3×2′ Dylan Pignoli (Iron Club Gym Scandiano) vs Antonio Mario Ardelean (Boxe Parma); senior 75kg 3×3′ Emiliano Martinelli (Re) vs Mario Di Matteo (Iron Club Gym Scandiano); junior 60kg 3×2′ Alexis Boussim (Re) vs Matteo Segala (New Boxe 2010); junior 57kg 3×2′ Luca Arduini (Re) vs Zaccaria Farsaoui (New Boxe 2010); elite 75kg 4×2′ Claudia Salerno (Re) vs Andrea Hilary Gomiero (New Boxe 2010); junior 54kg 3×2′ Cristian Spinu (Boxe Parma) vs Vasile Vladui Sorici (New Boxe 2010); youth 64kg 3×3′ Kadri Kozi (Re) vs Issa Laye Diagne Seydina (Salus et Virtus Pc); elite 64kg 3×3′ Nunzio Orefice (Re) vs Mohammed Teffahi (Salus et Virtus Pc); Senior 81kg 3×3′ Karim Bejaoui (Re) vs Nosa Olomu (Salus et Virtus Pc); senior 81kg 3×3′ Omar Selloum (Kid Saracca Pr) vs Vladislav Filipenco (Boxe Parma); 75kg esibizione George Painstil (Re) vs Dimitri Rootaru (Boxe Parma).
Ufficio stampa Boxe Tricolore Olmedo

 

15 Maggio 2016 – Doppia manifestazione a Guastalla e Parma!

Domenica 15 maggio con primo colpo di gong alle ore 16.30 tornano le emozioni di ‘Pugni sul Fiume’, l’ormai tradizionale manifestazione pugilistica che ogni anno Sergio Cavallari organizza nella sua Guastalla. Al Lido Po, in collaborazione con il ‘Peace in Po’ ed il ristorante la quadra, con il ring che sarà allestito a pochi metri dal grande fiume, il protagonista assoluto sarà Erik ‘Dynamite Kid’ Bondavalli, il peso medio professionista reggiano che, imbattuto al suo sesto match da professionista, si cimenterà per la prima volta sulla distanza delle sei riprese contro il lombardo Marco Miano. I due si sono già affrontati da dilettanti nel 2014 proprio al Lido Po Guastalla: all’epoca vinse Erik ai punti sui tre round, ma Miano si rivelò un osso duro: “E’ un pugile esperto che non ha paura di niente _ dice il maestro della Tricolore Olmedo Michael Galli _ ma Erik è in forma, si sta allenando bene sia dal punto di vista atletico che tecnico, dove può e deve migliorare”.
A completare il programma otto incontri dilettantistici, con impegnati i migliori atleti reggiani della Boxe Tricolore Olmedo: Lorenzo Galvani darà vita con Asad Sardar della Boxe Guastalla ad un interessante derby; saliranno inoltre sul quadrato l’imbattuto (8 vittorie su 8 match, 6 prima del limite) Lorenzo Galvani, l’elite Mattia De Bianchi contro il forte romagnolo Bergonzoni, Oldrin Mukaj, Cristiano Caiti, Lorenzo Gambarelli e Ion Grecu.
 DOPPIA MANIFESTAZIONE.

Lo stesso pomeriggio del 15 maggio la Boxe Tricolore Olmedo organizza in contemporanea una seconda manifestazione a Parma, in collaborazione con il maestro Giuseppe Disogra. Mentre Michael Galli seguirà i ragazzi a Guastalla, l’altro maestro Massimo Bertozzi sarà a Parma con Alexis Boussim, Luca Ardunini, Kadri Kozi, Claudia Salerno, Emiliano Martinelli, Nunzio Orefice, Karim Bejaoui e George Painstil. Combatteranno anche Dylan Pignoli e Mario Di matteo dell’Iron Club Gym Scandiano, quest’ultimo impegnato in un derby reggiano contro Martinelli.

23 Aprile 2015 Trasferta di Carrara: i risultati

Il pugilato reggiano continua a far parlare di se’ a livello nazionale, sia tra i professionisti che tra i dilettanti. In attesa di organizzare il tradizionale appuntamento al Lido Po Guastalla previsto per il pomeriggio di domenica 15 maggio con il rientro di Erik ‘Dynamite Kid’ Bondavalli e gli incontri dei migliori atleti della Boxe Tricolore Olmedo, il promoter Sergio Cavallari ha conquistato negli ultimi giorni con due pugili del proprio Team due titoli nazionali professionistici. A Livorno, in diretta Rai, e’ stato Cavallari stesso ad organizzare la rivincita tra i due suoi assistiti di vecchia data Lenny Bottai e Francesco Di Fiore con in palio il tricolore dei superwelter, vinto da Bottai ai punti al termine di un’appassionante battaglia. Ad Ancona, invece, il torinese del Team Cavallari-Ventura Marco Siciliano ha battuto per ko alla prima ripresa l’idolo locale Michele Focosi con un devastante gancio destro, laureandosi campione italiano dei pesi leggeri.
A Carrara, nel frattempo, i maestri della Tricolore Olmedo Michael Galli e Massimo Bertozzi hanno accompagnato quattro pugili reggiani, i quali come sempre si sono fatti valere sul ring contro altrettanti atleti di casa. Nei senior 64kg Ion Grecu, al rientro dopo due anni di assenza, ha pareggiato contro il piu’ esperto Fabio De Simone, mostrando una netta superiorita’ tecnica, ma anche una preparazione non ancora perfetta.
Nei senior 69 kg Lorenzo Gambarelli ha dominato impartendo una lezione di boxe al piu’ esperto Giacomo Paolini, sconfitto nettamente ai punti.
Nei senior 75kg rientrava anche Emiliano Martinelli che, nonostante abbia dominato per tre round e l’avversario Lorenzo Bottari sia stato richiamato ufficialmente nella terza, e’ stato scippato della sacrosanta vittoria dal verdetto casalingo di pareggio.
Piu’ di un dubbio sul verdetto anche nel match dell’elite 64kg Nunzio Orefice, il quale era opposto a Mirko Franchini, figlio dell’organizzatore e premiato come miglior atleta della serata ancora prima di salire sul quadrato. I due hanno dato vita ad una spettacolare ed equilibrata battaglia, vinta ai punti da Franchini.

Trasferta positiva per il leoni della Boxe Tricolore a Bologna

Altra trasferta positiva per i ragazzi della Boxe Tricolore Olmedo: domenica scorsa a Bologna, sul ring dello Sferisterio della Montagnola, hanno combattuto tre pugili reggiani allievi dei maestri Michael Galle e Massimo Bertozzi contro avversari di casa. Ennesima grande vittoria per l’elite 56kg Mattia ‘Lo Spartano’ De Bianchi, che ha dominato vincendo ai punti il campione regionale elite Nicolò Bertolino, atleta quotato ed esperto con più di quaranta match all’attivo. De Bianchi però non gli ha lasciato scampo, con il suo gioco di gambe, la sua velocità e precisione nell’entrare nella guardia dell’avversario per poi uscire eludendone le repliche, ed ha meritatamente vinto ai punti.
Bella affermazione ai punti anche per il 64kg senior Lorenzo Galvani, il quale ha sempre anticipato, specialmente con il diretto sinistro, il bolognese Giuseppe Domenico. Grande prova, come sempre, per la guerriera Marisa Ferrara (50kg elite II serie) contro Simona Trimarchi, sempre sulla difensiva per arginare l’aggressività della reggiana, ma premiata da un verdetto dei giudici piuttosto casalingo.

Nella foto: da sx De Bianchi, Bertozzi, Ferrara, Galvani, Galli

Regionali Junior/Youth e Torneo debuttanti: ottime prestazioni dei leoni della Boxe Tricolore

Durante lo scorso fine settimana i pugili reggiani non sono stati protagonisti soltanto sul ring del Palahockey, nella bella manifestazione di sabato sera organizzata da Boxe Tricolore Olmedo e Sergio Cavallari: sei di loro, accompagnati dai maestri Michael Galli e Massimo Bertozzi, hanno combattuto a Parma nel Campionato Regionale Junior (conquistando tre titoli su tre) e nel Torneo Debuttanti Junior e Youth.
Samuel Serradimigni (junior 60kg) non ha dovuto sudare per laurearsi campione regionale della sua categoria, in quanto l’avversario ha dato forfait prima del combattimento ed il titolo è stato conquistato a tavolino.

Il junior 63kg Geremia Grisetti, invece, ha sconfitto nettamente in finale il riminese Garuffi con un’ottima prestazione, ottenendo l’ottava vittoria in nove incontri disputati: l’unica sconfitta, patita un anno fa proprio da Garuffi, è stata vendicata.

Bella vittoria anche per il junior 57kg Luca Arduini, a spese di Benedyktov di Medicina.
Nel Torneo Debuttanti sono invece arrivate tre sconfitte per i nuovi portacolori della Olmedo, ma con tre prestazioni che fanno ben sperare per il futuro, frequentando questi ragazzi la palestra di Cavazzoli da pochi mesi. Nikel Innocenti (youth 56kg), Alexis Boussim (junior 60kg) e Andrea Vetere (youth 60kg) hanno perso ai punti rispettivamente da Amin Bilal (Piacenza), Federico Salami (Parma) e Ayoub Bouraoui (Parma), mettendo in mostra però all’esordio coraggio, carattere e stoffa da pugili. Boussim, in particolare, è stato penalizzato da un verdetto particolarmente casalingo in favore del suo avversario).

Nella foto Geremia Grisetti