Programma degli incontri di Sabato 29 Ottobre

Domani sera (sabato 29 ottobre), con primo colpo di gong alle ore 20.45, sul ring del Palahockey scatta l’ora del grande pugilato, con la manifestazione mista dilettanti/professionisti organizzata dalla Boxe Tricolore Olmedo del presidente Franco Gualerzi insieme al promoter Sergio Cavallari. Dieci i match in programma: nove dilettantistici, con impegnati altrettanti pugili reggiani allievi dei maestri Michael Galli e Massimo Bertozzi contro pari categoria di altre società, prima del ‘clou professionistico’ sulla distanza delle sei riprese, categoria pesi massimi leggeri, tra il catanese del Team Cavallari-Ventura Vincenzo Spampinato ed il polacco Jakub Wojcik.
DILETTANTI. In apertura, per la categoria 48kg femminile, la guerriera Maria Rosaria Ferrara darà come sempre tutta sè stessa e oltre contro Sofia Patrignani della Gio Boxe; a seguire tre incontri nei junior 60kg: Alexis Boussim, fresco di vittoria e segnalato in rapida ascesa, se la vedrà contro il più esperto Erik Castellari della Boxe Budrio, il campione regionale Alessio Arduini combatterà contro Maikol Lepera della Boxe Viadana mentre Geremia Grisetti, anch’egli campione regionale, cercherà di allungare la lunga striscia positiva contro Mohamed amine Chaouti. Nei senior 69kg il guerriero Durim Doku sfiderà Luca Poli della Rovereto Boxe, mentre Lorenzo Gambarelli concederà la rivincita ad Alessandro D’Aliesio del Boxing Club Medicina, già battuto l’anno scorso. Altra rivincita tra il carrarmato reggiano Claudia Salerno (Elite I serie 75kg), che si sta preparando per i campionati italiani che si terranno in dicembre, e Jessica Galizia della Rovereto Boxe, con la quale aveva pareggiato la scorsa estate in piazza San prosepro al ‘Memorial Bondavalli’ al termine di una memorabile battaglia. Il talentuoso campione regionale youth 49kg Eros Truzzi se la vedrà con il campione regionale lombardo Francesco Rizza (Pugilistica Rocky Marciano), che potrebbe riaffrontare già il mese prossimo a Roseto degli Abruzzi nei campionati nazionali youth. Concluderà il programma dilettantistico l’attesa sfida tra gli youth 60kg Lorenzo ‘Hurricane’ Martinucci, già convocato in nazionale, ed il possente Diagne Seidina della Salus et Virtus Piacenza.
PROFESSIONISTI. C’è grande attesa infine per l’incontro clou finale tra Vincenzo Spampinato, imbattuto (dopo due incontri) catanese in forza al Team Cavallari-Ventura e lanciato nella strada verso il titolo italiano dei massimi leggeri, ed il robusto polacco Jakub Wojcik, veterano al 26esimo match in carriera (di cui otto vinti). Spampinato sarà seguito a Reggio da un buon numero di tifosi siciliani, compresi i rappresentanti della società Boxing Project che ne sta promuovendo la carriera.

29 Ottobre 2016 – FIGHT NIGHT – PalaHockey Reggio Emilia alle 20:45

Undici match: dieci dilettantistici con protagonisti altrettanti giovani pugili reggiani contro pari categoria provenienti da altre città, ed il ‘clou’ professionistico sulla distanza delle sei riprese tra i pesi cruiser (90 kg) Vincenzo Spampinato e Jakub Wojcik. E’ il ricco programma della manifestazione che andrà in scena sabato sera (con primo colpo di gong alle ore 20.45) sul ring del Palahockey, organizzato dalla Boxe Tricolore Olmedo insieme a Sergio Cavallari.
Questi i nomi dei pugili della Olmedo, seguiti all’angolo dai maestri Michael Galli e Massimo Bertozzi, che combatteranno sabato: Maria Grazia Marchitto, Samuel Serradimigni, Alexis Boussim, Maria Rosaria Ferrara, Luca Arduini, Eros Truzzi, Claudia Salerno, Lorenzo ‘Hurricane’ Martinucci, Durim Doku e Lorenzo Gambarelli.
C’è grande attesa poi per l’incontro tra Vincenzo Spampinato, imbattuto catanese in forza al Team Cavallari-Ventura e lanciato verso il titolo italiano dei massimi leggeri, ed il robusto polacco Jakub Wojcik, veterano al 26esimo match in carriera (di cui otto vinti).
EUROPEO FEMMINILE. Dopo la manifestazione del Palahockey il manager guastallese Sergio Cavallari volerà in Polonia dove il 5 novembre a Lomianki un’altra portacolori del suo Team, l’avvocatessa milanese Anita Torti, già campionessa italiana, sfiderà per il titolo europeo dei pesi leggeri la locale Ewa Brodnicka. Si tratta di un appuntamento importante che potrebbe portare alla scuderia reggiana la seconda cintura continentale femminile, dopo quella conquistata nel 2002 dall’umbra Maria Moroni, che Cavallari accompagnò alla vittoria del primo titolo europeo messo in palio nella storia del pugilato femminile.

Trasferta vincente a Limidi di Soliera (MO)

Altra trasferta vincente per i pugili reggiani della Boxe Tricolore Olmedo, che nei giorni scorsi hanno dato spettacolo sul ring di Limidi di Soliera, avvicinandosi nel migliore dei modi al grande appuntamento casalingo del 29 ottobre al Palahockey.
Nel modenese erano impegnati sei allievi dei maestri Michael Galli e Massimo Bertozzi. Nei junior 64 kg è andato in scena un derby reggiano combattuto ed interessante: Manuel Serradimigni della Olmedo ha sconfitto ai punti il debuttante Hassan Kobba della Boxe Guastalla Paolo Motta. Kobba è il figlio dell’indimenticato Salah Eddine, pugile professionista negli anni Novanta scomparso in un incidente stradale. Serradimigni è stato abile ad entrare nella guardia del più alto avversario, causandogli un conteggio e un richiamo ufficiale. Kobba nel suo primo incontro ha mostrato qualità interessanti.
Nei junior 60 kg capolavoro di Alexis Boussim contro il modenese Votic, sconfitto ai punti dopo essere stato contato. Il reggiano con una condotta di gara perfetta ha dimostrato notevoli miglioramenti. Marisa Ferrara (51 kg) ha fatto valere la propria combattività e la propria esperienza contro la Soprano di Cavezzo, battuta ai punti, mentre nei senior 75kg un febbricitante Emiliano Martinelli ha dovuto cedere di misura ai punti contro il ravennate Leonzio.
Nei senior 69 kg non è andata giù all’angolo reggiano la sconfitta ai punti subita da Lorenzo Gambarelli contro il modenese Nasole, sovrastato nell’ultimo round; infine nei junior 60 kg Luca Arduini ha ottenuto la settima vittoria su altrettanti match prevalendo su Rizzati di Molinella al termine di un’intensa battaglia.
PALAHOCKEY. Il pubblico reggiano potrà vedere all’opera gli atleti della palestra di Cavazzoli la sera di sabato 29 ottobre sul ring del Palahockey, nella manifestazione mista organizzata in collaborazione con Sergio Cavallari. Nel clou professionistico l’imbattuto catanese Vincenzo Spampinato (90 kg) del Team Cavallari-Ventura affronterà sulla distanza dei sei round l’esperto polacco Jakub Wojcik.
Nella foto: Alexis Boussim

Importanti riconoscimenti per la Boxe Tricolore nel centenario della FPI

Mentre il movimento pugilistico reggiano si avvicina alla grande serata di sabato 29 ottobre al Palahockey, nei giorni scorsi è stato insignito a Bologna di numerose onoreficenze che ne certificano l’importanza del lavoro svolto nel passato più e meno recente. Nel salone di rappresentanza del Coni, alla presenza dei vertici della Federazione Pugilistica Italiana (che quest’anno compie cento anni) e di tutte le società dell’Emilia Romagna, la Boxe Tricolore Olmedo è stata premiata in qualità di prima società classificata (per il secondo anno consecutivo) a livello regionale nelle classifiche federali per attività e risultati raggiunti (undicesima a livello nazionale su oltre ottocento società), mentre due degli atleti più meritevoli del 2016 (su tre) premiati con una targa sono allievi dei maestri Michael Galli e Massimo Bertozzi: Giada Epifani e Lorenzo ‘Hurricane’ Martinucci. Il manager Sergio Cavallari ha ricevuto un ‘premio di riconoscenza’ per la carriera, mentre agli ex campioni italiani professionistici Massimo Bertozzi e Valentino Manca (insieme a tutti i mostri sacri della storia del pugilato emiliano-romagnolo) è stata consegnata la speciale cintura del centenario Fpi.
“Negli ultimi anni _ ha commentato Cavallari _ ho diminuito l’attività a livello nazionale per concentrarmi su Reggio, e ottenere questi risultati insieme a tutta la Boxe Tricolore Olmedo è per me motivo di grande orgoglio e soddisfazione”.

PALAHOCKEY. Ma non c’è tempo di cullarsi sugli allori, perchè il 29 ottobre è dietro l’angolo. Sul ring del Palahockey combatteranno undici atleti dilettanti della Olmedo contro pari categoria provenienti da altre società, prima del ‘clou’ professionistico sulle sei riprese, categoria mediomassimi. Purtroppo non ci sarà come annunciato il romano Simone ‘Tyson’ Federici: bloccatosi con la schiena negli ultimi giorni, sarà riproposto a Reggio nei prossimi mesi. Federici sarà sostituito da un altro importante atleta del Team Cavallari-Ventura, l’imbattuto catanese Vincenzo Spampinato, che se la vedrà con l’esperto polacco Jakub Vojcik, che si presenta con venticinque match all’attivo.

Cristiano Caiti campione regionale youth!

In attesa di salire sul ring del Palahockey la sera di sabato 29 ottobre, i ragazzi della Boxe Tricolore Olmedo come di consueto si sono fatti valere in trasferta durante lo scorso fine settimana.

A Ferrara, nei campionati regionali youth, ha conquistato il titolo nella categoria 64 kg il reggiano Cristiano Caiti, che con una prestazione fantastica, sempre sul tronco ad accorciare e a piazzare da vicino delle combinazioni precise e potenti, ha battuto nettamente ai punti in semifinale il ferrarese Chouikh. Il finalista Marulli di Valconca ha dato forfait a dicei minuti dal match, così Caiti potrà giocarsi le proprie chance ai nazionali dal 17 al 19 novembre a roseto degli Abruzzi rappresentando l’Emilia Romagna contro i campioni delle altre regioni.
Non era nella sua migliore giornata invece il 60 kg Lorenzo ‘Hurricane’ Martinucci, sconfitto di misura ai punti in semifinale dal ferrarese Licata.
Fuori torneo hanno combattuto altri due giovani allievi dei maestri Michael Galli e Massimo Bertozzi: nei junior 60 kg Luca Arduini ha stupito tutti contro Catania della Vasco De Paoli, già convocato in nazionale e sulla carta nettamente favorito. Ma il reggiano ha stravinto con una prestazione aldilà delle migliori aspettative.
Sempre nei junior 60 kg Alexis Boussim ha perso ai punti contro Castellucci di Budrio.

Boxe Tricolore detta legge a Mantova

Altra trasferta positiva per i pugili reggiani della Boxe Tricolore Olmedo, che venerdì sera hanno dettato legge sul ring di Mantova nel ‘Memorial Attilio Lasagna’.

Seguiti all’angolo dal maestro Michael Galli, hanno combattuto Lorenzo Gambarelli (senior 69 kg) e Cristiano Caiti (youth 64 kg).

 

Gambarelli ha dato vita ad una dura battaglia con il piacentino Abdoulaye Diop, scambiandosi colpi pesanti ma prevalendo in tutte le riprese e vincendo meritatamente ai punti.

 

Caiti ha sfidato per la terza volta Natanael Ramillano di Carpi: dopo due sconfitte è arrivato finalmente un risultato positivo di pareggio, anche se il verdetto ha lasciato l’amaro in bocca essendo sfuggita la vittoria per un conteggio subito a pochi secondi dalla fine; il reggiano ha mostrato grandi miglioramenti. Entrambi saranno impegnati nelle prossime settimane nei campionati regionali, con ambizioni di vittoria.
All’organizzazione della riunione mantovana ha contribuito anche Sergio Cavallari, essendo stato Attilio Lasagna il suo primo insegnante di pugilato. Il manager guastallese ha portato il prospetto più interessante del suo team: il 22enne massimo leggero romano Simone ‘Tyson’ Federici, già pluricampione italiano da dilettante, che venerdì ha ottenuto la nona vittoria da professionista dando spettacolo e battendo per ko tecnico alla terza ripresa il serbo Mile Nikolic, mostrando doti non comuni di potenza, tecnica e continuità d’azione. “Farò combattere Simone anche al Palahockey _ dichiara Cavallari _ gli appassionati reggiani potranno vedere in azione uno dei giovani più promettenti del panorama nazionale”.

Rientro alla grande: 3 vittorie sul ring di Quarto (PC)

E’ cominciata alla grande la nuova stagione del pugilato reggiano, con tre vittorie su tre in trasferta contro pugili di casa per i guerrieri della Boxe Tricolore Olmedo. Sabato sul ring di Quarto di Piacenza, accompagnati dai maestri Michael Galli e Massimo Bertozzi, hanno fatto saltare il banco Doku ‘Yuri’ Durim (senior 69 kg), Emiliano Martinelli (senior 75 kg) e Ion Mihelea (elite 69 kg).
Durim, atleta di origine albanese, era al debutto assoluto contro il piacentino Carella, che si presentava con un match all’attivo. Il reggiano però si è subito scrollato di dosso i timori dell’esordio attaccando l’avversario fin dal primo round e prendendo in mano le redini dell’incontro. Dominio totale e netta vittoria ai punti.
Vittoria ai punti di intelligenza e importanti miglioramenti anche per Martinelli, imprenditore con la passione del pugilato, che ha portato a scuola il piacentino Hitaj mettendo spesso a segno il diretto sinistro. Un ottimo test per il reggiano in vista dei campionati regionali che si terranno a Modena a fine mese.
Grande battaglia infine tra Mihelea ed il forte piacentino Magrini, avversario coriaceo ma messo in riga dall’atleta della Olmedo grazie soprattutto ad un bel movimento di gambe e ad un diretto destro smepre pungente.

Nella foto da sinistra: Durim, Mihelea, Bertozzi, Martinelli, Galli

19º Memorial Bondavalli: tutti i risultati!

Otto vittorie, un pareggio e tre sole sconfitte: è il ricco bottino ottenuto sabato sera in piazza San Prospero nel 19° Memorial Gino Bondavalli dai pugili reggiani della Boxe Tricolore Olmedo, la società organizzatrice insieme a Sergio Cavallari dell’evento sportivo a cui hanno assistito centinaia di appassionati.

Gli allievi dei maestri Michael Galli e Massimo Bertozzi, insieme ai loro avversari provenienti da Emilia Romagna, Piemonte e Lombardia, hanno onorato al meglio la memoria del grande Gino, leggenda del pugilato reggiano azzurro da dilettante e campione italiano ed europeo in due diverse categorie da professionista.
In apertura il sedicenne campione regionale junior Luca Arduini (junior 60kg) ha mantenuto l’imbattibilità avendo la meglio su Singh Cheema di Sorbolo grazie ad un match condotto sempre all’attacco; nella stessa categoria di peso ed età Alexis Boussim ha invece ottenuto la prima sospirata vittoria in carriera, grazie ad un’efficace boxe di rimessa contro il modenese Andrei Voitic.
La guerriera Maria Rosaria Ferrara (campionessa italiana II serie 48kg) si è arresa a testa alta dopo un’aspra battaglia alla più incisiva piemontese Mihaela Leuca, mentre Geremia Grisetti (junior 63kg) con il suo pugilato fatto di colpo d’occhio e schivate millimetriche ha dato spettacolo contro Alessio Vergnano di Biella, contato nel secondo round dopo aver subito un perfetto gancio sinistro del reggiano.
Sconfitta onorevole per intervento medico alla terza ripresa per il senior 69kg Lorenzo Gambarelli, il quale ha arginato con grande cuore l’irruenza del forte Marcel Cioram di Parma; vittoria ragionata per il senior 75kg Emiliano Martinelli, che ha controllato la situazione contro il piemontese Luca Papandrea facendo valere il proprio maggior allungo.
Verdetto di pareggio (che ha fatto rumoreggiare il pubblico) tra lo youth 64kg Cristiano Caiti e Hamza Midane di Vercelli: il reggiano, più piccolo, ha sempre attaccato cercando la corta distanza, ma ciò non è bastato a convincere i giudici. Grande prestazione, determinata e concreta, per il talentuoso youth 49kg Eros Truzzi, che per aver la meglio del piemontese Ayman Moubtassim ha dovuto mettere sul ring il meglio di sè stesso.
Sconfitta ai punti, dopo una battaglia intensa ed equilibrata, per il senior 81kg Karim Bejaoui contro Inoussa Nonkane di Parma, sbilanciato e caduto sul tavolo della giuria senza conseguenze; lo youth 60kg Lorenzo ‘Hurricane’ Martinucci, reduce dal ritiro con la Nazionale, pur facendo fatica a trovare la giusta misura ha sempre condotto il match contro il lombardo Biagio Addesi, vincendo meritatamente ai punti.
Il senior 75kg George Painstil si è aggiudicato il verdetto contro Vladislav Filipenco di Parma al termine di una battaglia un po’ confusa, in virtù di una maggiore pressione offensiva. L’imbattuto senior 75kg Alessandro ‘Killer’ Iacono, poi votato come miglior pugile della serata, è riuscito a vincere ai punti di misura contro l’ottimo Matteo Ricciardi di Riccione, riuscendo a piazzare qualche colpo preciso in più dell’avversario.

Galleria fotografica:

 

XIX Trofeo Memorial Gino Bondavalli – 09 luglio 2016 ore 20:30 in Piazza San Prospero, Reggio Emilia

REGGIO EMILIA. Dodici match dilettantistici, con impegnati altrettanti giovani atleti reggiani che daranno tutto per onorare al meglio lo spirito del grande Gino Bondavalli, la leggenda del pugilato reggiano capace di vincere il titolo italiano ed europeo in due diverse categorie. E’ il programma del diciannovesimo ‘Memorial Bondavalli’, organizzato da Boxe Tricolore Olmedo e Sergio Cavallari che andrà in scena sabato sera (09 Luglio) con primo colpo di gong alle ore 20.30 in piazza San Prospero.
‘Hic sunt leones’, qui ci sono i leoni, è il motto latino stampato sulle magliette della Tricolore, e i giovani allievi dei maestri Michael Galli e Massimo Bertozzi dovranno dimostrarlo sabato sera sul ring, allestito come ogni anno proprio davanti ai ‘leoni’ della basilica di San Prospero, contro pari categoria provenienti da Emilia Romagna, Lombardia e Piemonte, e davanti alle centinaia di spettatori che abitualmente si raccolgono intorno al quadrato.

 

Nei junior 60kg Luca Arduini, imbattuto studente classe 2000, se la vedrà con Sing Cheema della Fratellanza Sorbolese Pugilato; nei junior 57kg Alexis Boussim cercherà la prima vittoria in carriera contro Andrei Voitic del Robby Team; per la categoria elite II serie femminile 48kg la campionessa italiana Maria Rosaria Ferrara affronterà Mihaela Leuca della Boxe Grugliasco.
Nei junior 63kg Geremia Grisetti, campione regionale 2014 e 2015, combatterà contro Alessio Vergnano del Boxing Club Biella, mentre il senior 69kg Lorenzo Gambarelli si troverà di fronte Marcel Cioran della Boxe Parma;  avversari piemontesi per il senior 75kg Emiliano Martinelli, imprenditore con il vizio del pugilato, e per lo youth 64kg Cristiano Caiti: rispettivamente Luca Papandrea della Boxe Grugliasco e Hamza Midane della Vercelli Boxe.
Con la sfida tra il talentuoso youth 49kg Eros Truzzi (campione regionale ed interregionale negli ultimi tre anni nonchè medaglia di bronzo ai campionati italiani) e Ayman Moubtassim della Boxe Grugliasco si entrerà nella fase caldissima della serata; a seguire botte da orbi con i senior 81 e 75kg allenati dal maestro Giuseppe Disogra, Karim Bejaoui e George ‘Foreman’ Painstil, rispettivamente contro Inoussa Nonkane e Vladislav Filipenco della Boxe Parma.
Lo youth 57kg Lorenzo ‘Hurricane’ Martinucci, già plurititolato a soli 17 anni e reduce dal ritiro con la nazionale, affronterà Biagio Addesi della Palumbo Dax Boxe, prima del gran finale affidato al rullo compressore Alessandro Iacono, senior 75kg che finora ha asfaltato ogni avversario che si è trovato di fronte: vedremo se Matteo Ricciardi del Fight Club Riccione sarà l’ennesima vittima o se riuscirà ad invertire la tendenza.

Locadina dell’evento:

Clicca per ingrandire

Clicca per ingrandire

Scatta il conto alla rovescia per il 19° Memorial Bondavalli

Scatta il conto alla rovescia per la diciannovesima edizione del Memorial Gino Bondavalli, che si terrà sabato prossimo 9 luglio dalle 20.30 in piazza San Prospero, organizzato da Sergio Cavallari e Boxe Tricolore Olmedo del presidente Franco Gualerzi in ricordo della leggenda del pugilato reggiano campione italiano ed europeo in due diverse categorie.
In cartellone un ricco programma dilettantistico, con impegnati i migliori giovani reggiani allievi dei maestri Michael Galli e Massimo Bertozzi, tra cui Luca Arduini (campione regionale junior 57 kg), Alexis Boussim, Marisa Ferrara (campionessa italiana II serie 46 kg), Lorenzo Gambarelli, Emiliano Martinelli, Karim Baejaoui, Cristiano Caiti, Geremia Grisetti (campione regionale junior 63 kg), George Painstil, Eros Truzzi (campione regionale junior 49 kg), Lorenzo ‘Hurricane’ Martinucci (campione del Torneo Italia youth 56 kg e appena rientrato dal ritiro con la nazionale), Alessandro Iacono, Mattia ‘Lo Spartano’ De Bianchi (campione regionale youth 56 kg) e Ion Mihelea.
IACONO. Ennesima grande vittoria sabato a Fano per l’imbattuto senior 75 kg Alessandro Iacono, che nel match clou della serata ha frantumato l’ennesimo avversario: l’idolo di casa Bagnoni. Dopo una partenza infuocata Bagnoni, non appena saggiata la pesantezza delle mani del reggiano, ha tirato i remi in barca cercando di limitare i danni. Iacono, che ha vinto nettamente ai punti, sta continuando ad acquisire consapevolezza nei propri mezzi ed a migliorare di match in match. “Può diventare una vera bomba” commenta il maestro Galli. Attendiamo di rivederlo in azione sabato al Memorial Bondavalli.
DE BIANCHI. Anche ‘Lo Spartano’ sarà impegnato sabato in piazza San Prospero, e l’incontro gli servirà in vista dell’importantissimo torneo Guanto d’Oro, che si terrà a Gorizia dal 15 al 17 luglio. De Bianchi è stato selezionato come uno dei migliori otto dilettanti a livello nazionale della propria categoria, elite 56 kg, e avrà l’opportunità di misurarsi con gli altri sette.