Fine settimana di vittorIe per la Boxe in trasferta a Parma

Altro fine settimana di successi per la Boxe Tricolore Olmedo: domenica pomeriggio sul ring di Parma, seguiti all’angolo dal maestro Massimo Bertozzi, due ragazzi reggiani hanno vinto e convinto contro pugili di casa. Nella categoria elite 69kg il match di Ahmed Thon contro Davide Martino, vinto ai punti, potrebbe essere quello della svolta: il ‘Carrarmato Reggiano’, alle doti innate di coraggio, potenza e intensità, ha affiancato per la prima volta due qualità che potrebbero fargli fare il salto, cioè tecnica e intelligenza. “Ahmed dopo un lungo lavoro in palestra – commenta soddisfatto Bertozzi – sembra essersi convinto della strada da intraprendere: non può solo fare a botte e buttarsi in avanti, come gli dice il suo istinto, ma deve anche usare la testa. Contro Martino ha cominciato a mostrare un ottimo repertorio di schivate e rientri, prendendo pochissimi colpi e vincendo alla grande”.
Negli elite 72kg Lorenzo Gambarelli ha dato spettacolo contro Luca Zanier, dominato tecnicamente per tutte e tre le riprese. Una prestazione maiuscola, che è valsa al reggiano i complimenti dell’angolo avversario.

“Non posso che essere orgoglioso  – aggiunge il presidente della Tricolore Emiliano Martinelli – dei continui miglioramenti tecnici e di carattere che i nostri pugili stanno esprimento sui ring di tutta Italia. Nonostante l’aspra situazione che l’intero movimento pugilistico sta affrontando, siamo fieri di continuare nel nostro percorso che permette, come visto, di ottenere grandi risultati e di continuare a portare in alto il nome di Reggio Emilia”

Ancora una volta la Boxe Tricolore porta in alto i colori di Reggio Emilia!Le due giovani promesse reggiane, insieme ad Ali El Ouahabi, saranno nuovamente impegnate nei giorni 30, 31 ottobre e 1 novembre al Mirabello, dove andranno in scena (a porte chiuse causa Covid) i Campionati Regionali Elite organizzati dalla Boxe Tricolore Olmedo.

Outtas stacca il pass per i Campionati Italiani Youth 2020

La giovane promessa della Boxe Tricolore Olmedo Hicham Outtas, dopo aver conquistato il titolo regionale nella categoria youth 52kg, ha staccato il pass per i campionati nazionali assoluti battendo ai punti sabato a Montesilvano in provincia di Pescara il campione del Trentino Alto Adige Lorenzo Gagliardo.
Accompagnato all’angolo dal maestro Massimo Bertozzi, il 18enne di origine marocchina ha superato la fase interregionale grazie ad un sapiente uso del jab sinistro e ad ottime schivate ad ogni replica dell’avversario. “Hicham avrebbe potuto fare anche meglio – commenta l’allenatore Bertozzi – ‘ammazzando’ un match che invece è stato incerto fino all’ultimo. Ma il ragazzo, cresciuto nella palestra di Cella con i maestri Manca e Iodice, ha ampi margini di miglioramento, e potrà dimostrarlo già ai campionati italiani. In palestra dà l’anima, con grande umiltà e spirito di sacrificio: sono le migliori premesse per diventare un grande pugile”.
“E’ un ottimo risultato del singolo – aggiunge il direttore sportivo della Tricolore Olmedo Luca Quintavalli – alla base del quale c’è un grande lavoro di squadra. Dobbiamo essere ancora più soddisfatti di questo successo, che ancora una volta porta in alto i colori della nostra città e della nostra gloriosa società, considerando le difficoltà ulteriori che stiamo fronteggiando a causa del covid-19, con tutti i protocolli da applicare per permettere ai ragazzi di allenarsi al meglio e in tutta sicurezza”.

Hicham Outtas campione regionale Youth 52kg

La Boxe Tricolore Olmedo mette in bacheca un nuovo importante titolo, il primo ‘post covid’: il giovanissimo Hicham Outtas, una delle nuove leve che stanno crescendo nella palestra del Mirabello, si è laureato domenica a Parma campione regionale youth nella categoria 52kg. Seguito all’angolo dai maestri Valentino Manca e Massimo Bertozzi, il reggiano ha sconfitto in finale il più esperto riminese Jacopo Aristodemo, surclassato nei primi due round grazie ad un sapiente uso soprattutto del jab sinistro, e controllato nella terza e ultima ripresa, e si è laureato campione dell’Emilia Romagna qualificandosi alla successiva fase interregionale.

Grande soddisfazione da parte di Emiliano Martinelli, al primo titolo da presidente della Tricolore Olmedo: “Sono molto orgoglioso perché ci siamo fatti trovare pronti al primo appuntamento ufficiale della nuova stagione pugilistica ai tempi del Covid-19. Lo sforzo organizzativo della società e l’appoggio degli sponsor non è venuto meno, ed ha consentito a tecnici e atleti di prepararsi in palestra con impegno e passione a questo importante appuntamento, rispettando tutte le normative anti contagio. La vittoria di Hicham ha dimostrato come il lavoro sinergico tra tutte le componenti della Tricolore Olmedo porti grandi risultati. Ora attendiamo i prossimi tornei che vedranno impegnati i nostri pugili, con la speranza di portare a casa nuove medaglie e risultati sempre più importanti”.

Spettacolo al XXIII° Memorial Bondavalli

REGGIO EMILIA. Grande ritorno del pugilato venerdì sera in piazza San Prospero con il 23esimo ‘Memorial Gino Bondavalli’, che ha regalato pure emozioni sportive dopo lunghi mesi di stop. Entusiasti gli organizzatori, la Boxe Tricolore Olmedo del promoter Sergio Cavallari e del presidente Emiliano Martinelli: la splendida piazza – complice una serata in cui l’afa ha dato un po’ di tregua – era piena pur evitando pericolosi assembramenti, le misure anti covid sono state osservate scrupolosamente, e i sette match dilettantistici che hanno composto il cartellone hanno dato spettacolo, onorando al meglio il ricordo e lo spirito del grande Gino.
In chiaroscuro i risultati dei tre giovani pugili reggiani della Olmedo impegnati, i quali hanno ottenuto una vittoria e due sconfitte. L’unica gioia è arrivata dall’elite 75kg Lorenzo Gambarelli, poi premiato come miglior pugile della serata dal direttore sportivo Luca Quintavalli: il reggiano ha avuto la meglio ai punti sul mai domo abruzzese Alessandro Renzetti, al termine di un confronto equilibrato in cui Gambarelli ha mostrato di possedere un maggior bagaglio tecnico e una ottima rapidità di esecuzione. Sconfitta ai punti per l’elite 75kg Ahmed Thon contro Pietro D’Amato di Riccione: nelle tre intense riprese il ‘Carrarmato Reggiano’, campione interregionale in carica, ha mostrato chiaramente tutti i propri pregi e i propri margini di miglioramento, subendo un atterramento a freddo in apertura e un conteggio anche nella terza ripresa, ma provando a reagire con estremo coraggio e con grande esuberanza atletica, pur con un po’ di confusione, per tutto l’incontro; se ascolterà i consigli del maestro Massimo Bertozzi e imparerà a sviluppare una boxe più ragionata potrà togliersi grandi soddisfazioni. Sconfitta ai punti anche per lo youth 56kg Hicham Outtas contro Tommaso Battistoni di Castelfidardo: il reggiano ha subito per lunghi tratti la maggior intraprendenza del rivale, riuscendo a impensierirlo con azioni precise ed efficaci soltanto quando portate con la giusta convinzione.
Negli altri match il bolognese Faouzi Nahi (sostituto dell’ultima ora dell’indisponibile Hassan Kobba) ha regolato già nel primo round Luca Di Loreto del Ruffini Team, contato e poi fermato precauzionalmente dall’angolo; spettacolo e ritmo vertiginoso tra il fiorentino Cosimo Duchini e l’abruzzese Geki Bitossi, con il primo vincitore ai punti avendo fatto valere con efficacia il proprio maggior allungo; il lucchese Andrea Bardazzi si è aggiudicato il derby toscano contro il fiorentino Gabriele Orsi, in virtù di una maggiore varietà di colpi, mentre negli school boys Cristian Harpula di Riccione ha sconfitto Gabriel Lazzari della Pugilistica Di Giacomo sovrastandolo atleticamente.

Boxe Tricolore sfida il Covid-19: al via il 23° Memorial Gino Bondavalli

Lo spirito indomito del grande Gino Bondavalli mette all’angolo il Covid 19. La 23esima edizione del tradizionale memorial dedicato al campionissimo reggiano proposto dalla Boxe Tricolore Olmedo, appuntamento fisso dell’estate sportiva reggiana, si terrà regolarmente venerdì 31 luglio in piazza San Prospero, con primo colpo di gong alle ore 20.30. 
La macchina organizzativa della società del promoter Sergio Cavallari, del direttore sportivo Luca Quintavalli e del presidente Emiliano Martinelli, oltre che per le normali incombenze di una riunione di pugilato, si sta già attrezzando affinchè essa rispetti scrupolosamente le normative sanitarie vigenti e le direttive della Federazione Pugilistica Italiana: “Tutti i tesserati – spiega Cavallari – si presenteranno con test sierologico e autocertificazione. Ring, guantoni, caschetti e calzature degli atleti saranno sanificati ad ogni match. Per evitare assembramenti il quadrato sarà transennato a 7 metri anzichè ai soliti tre, e il nostro personale, in collaborazione con le autorità, sarà in piazza per vigilare il corretto distanziamento tra gli spettatori. Le difficoltà sono notevoli, ma la nostra passione e le nostre motivazioni, per onorare il ricordo e lo spirito del grande Gino e per portare avanti il pugilato a Reggio come da sempre facciamo, sono più forti di tutte le avversità”.
Il mio primo Memorial Bondavalli da presidente di Boxe Tricolore Olmedo – aggiunge Martinelli – è per me una grandissima emozione. Avendolo vissuto per tanti anni da pugile, trovarmi ora dietro le quinte è una dimensione nuova ed entusiasmante. Voglio ringraziare di cuore l’amministrazione comunale di Reggio Emilia e il comitato regionale Emilia-Romagna della Fpi con cui abbiamo lavorato di concerto per la realizzazione dell’evento.

Infine un grande in bocca al lupo va ai tecnici e pugili della Tricolore e della Boxe Guastalla Paolo Motta, che saranno i veri protagonisti”.

Negli otto match dilettantistici che comporranno il programma del ‘Bondavalli’ si rinnoverà infatti il gemellaggio pugilistico tra Reggio e Guastalla. Gli agonisti della Olmedo, che già da settimane si stanno allenando nella palestra del Mirabello agli ordini dei maestri Massimo Bertozzi, Valentino Manca e Angelo Iodice e rispettando tutte le norme anticovid, non vedono l’ora di salire sul ring, così come i guastallesi allenati dal maestro Marco Tosi. Contro di loro combatterà una rappresentativa abruzzese. Nei due match clou saranno attesi protagonisti il ‘Carrarmato Reggiano’ Ahmed Thon e il guastallese Hassan Kobba.