Boxe sul Fiume: i risultati

Pomeriggio bagnato ma non fortunato per la Boxe Tricolore Olmedo, che al Lido Po di Guastalla ottiene un insolitamente magro bottino di una vittoria e tre pareggi su sette incontri. La manifestazione organizzata da Sergio Cavallari, con il ring allestito come ogni anno a pochi metri dal Grande Fiume tra il Peace in Po di patron Chiericati e il ristorante La Quadra, ha offerto comunque un ottimo spettacolo sportivo, con sette battaglie intense ed equilibrate davanti a un centinaio di spettatori intervenuti nonostante la pioggia battente. Toccante la presentazione finale del libro ‘Mi chiamo Mouhamed Ali’, con l’autrice Rita Coruzzi, il protagonista della biografia Mouhamed Ali Ndyae, senegalese diventato campione di pugilato dopo essere giunto in Italia dal Senegal come ‘vu cumpra’, e con il giornalista sportivo Franco Ligas.

RISULTATI. L’unica vittoria reggiani per gli allievi dei maestri Michael Galli e Massimo Bertozzi è arrivata dal 17enne 91kg Alfred Commey, che ha attaccato da subito con convinzione il debuttante bolognese Francesco Chili, fermato dall’angolo nel secondo round. Commey, che ha ottenuto la terza affermazione in altrettanti incontri, ha ricevuto la coppa di miglior pugile della manifestazione dalle mani di Sergio Cavallari.
Per quanto riguarda gli altri match, non si può certo dire che la giuria sia stata eccessivamente casalinga. Spettacolare il pareggio tra i due youth 64kg Samuel Serradimigni e Kevin Mustafaj (Boxe Le Torri): il bolognese ha attaccato all’arma bianca ed ha subito un richiamo ufficiale nella seconda ripresa, ma Serradimigni è stato abile a difendersi e a contrattaccare in particolare nella prima, quando con un perfetto gancio sinistro ha costretto l’avversario al conteggio. Verdetti di pareggio anche tra gli elite 75kg Ivan Gortechii e Giampaolo Sazzini (Bologna), con il reggiano non abbastanza incisivo nel far valere il proprio maggiore allungo di braccia, e tra gli elite 69kg Giulio Nasole e Patrik Bortolotti (Sassuolo), con il reggiano preciso nella prima e determinato nella terza ripresa.
In apertura le tre sconfitte, tutte di misura e ai punti: ritmo altissimo tra gli youth 69kg Ahmed Thon e Federico Manzini di Cremona, un po’ di comprensibile confusione tra i due school boys 13enni Erlond Morina e Marvin Ghilarducci (Livorno), e verdetto un po’ ingeneroso per Ettore Sergio autore di una prova attenta contro Sajmir Muzhaqi di Parma.

19 Maggioa Lido Po Guastalla (RE) – Il programma

Mancano pochi giorni all’atteso appuntamento sportivo-culturale con ‘la grande boxe in riva al grande fiume’, organizzato come ogni anno dal promoter Sergio Cavallari nella sua Guastalla in collaborazione con la Boxe Tricolore Olmedo. Domenica 19 maggio, con primo colpo di gong alle ore 16, sul ring allestito in una splendida cornice naturale a pochi metri dal Po, tra il ristorante La Quadra ed il Peace in Po, andranno in scena nove incontri dilettantistici, con impegnati i migliori pugili reggiani contro pari categoria di altre società, inframezzati dalla presentazione del libro ‘Mi chiamo Mouhamed Ali’ con l’autrice Rita Coruzzi, con il giornalista sprtivo Franco Ligas e con il campione Mouhamed Ali Ndyae, protagonista della biografia. Anche in caso di (moderato) maltempo, la manifestazione si terrà comunque al Lido Po, con il ring posizionato sotto un tendone come già avvenuto negli anni scorsi.

GLI INCONTRI. In apertura lo school boy 72kg Blendon Morina se la vedrà con Federico Rozzani di Rozzano, mentre il gemello Erlond (school boy80kg) affronterà Marvin Ghilarducci di Livorno. A seguire Ahmed Thon (youth 64kg) contro Erik Lazzaro di Viadana, Samuel Serradimigni (youth 64kg) contro Kevin Mustafaj di Bologna e Alfred Commey (youth 91kg) contro Francesco Chili di Bologna. Sarà poi la volta di Ilirjan Kodra (elite 81kg) opposto al modenese Victor Cobzaru e Ion ‘Killer’ Grecu (elite 64kg) opposto a Moustapha Belhassane di Sassuolo. Gran finale con le sfide tra Giulio Nasole (elite 69kg) e Patrik Bortolotti di Sassuolo e tra Ivan Goretchii (elite 75kg) e Giampaolo Sazzini di Bologna.

IL LIBRO. Verso le 17, a metà manifestazione, è previsto un importante momento culturale legato allo sport del pugilato, con la presentazione del libro ‘Mi chiamo Mouhamed Ali’, opera della scrittrice reggiana Rita Coruzzi, che narra la storia di Mouhamed Ali Ndyae, grande pugile italo-senegalese che da ‘vu cumprà’ è diventato campione italiano, campione dell’Unione Europea e campione del mondo Ibf junior nella categoria supermedi. Oltre all’autrice e allo stesso campione, sarà presente anche il noto giornalista sportivo Franco Ligas, grande voce del pugilato, che condurrà l’incontro e racconterà come egli stesso sia stato tra i promotori di questo libro, avendo fatto incontrare Ali e Rita.
Ligas porrà poi alcune domande al campione e alla scittrice, per illustrare alcuni momenti della difficile vita di Ali e di come essi siano poi stati trasportati sul foglio stampato, e saranno letti alcuni brani significativi tratti dal libro.
Per lasciare di nuovo spazio, infine, agli ultimi incontri delle giovani promesse della Boxe Tricolore Olmedo.

Verso il 19 Maggio – Lido Po Guastalla (RE)

Mancano dieci giorni all’atteso appuntamento sportivo-culturale con ‘la grande boxe in riva al grande fiume’, organizzato come ogni anno dal promoter Sergio Cavallari nella sua Guastalla in collaborazione con la Boxe Tricolore Olmedo. Domenica 19 maggio, con primo colpo di gong alle ore 16, sul ring allestito in una splendida cornice naturale a pochi metri dal Po, tra il ristorante La Quadra ed il Peace in Po, andranno in scena nove incontri dilettantistici, con impegnati i migliori pugili reggiani contro pari categoria di altre società, inframezzati dalla presentazione del libro ‘Mi chiamo Mouhamed Ali’ con l’autrice Rita Coruzzi, con il giornalista sprtivo Franco Ligas e con il campione Mouhamed Ali Ndyae, protagonista della biografia.

GLI INCONTRI. Il programma è ancora in fase di definizione, ma si stanno delineando i nomi dei giovani assi reggiani della Boxe Tricolore Olmedo che saranno protagonisti al Lido Po, e che ora stanno ultimando la preparazione nelle due palestre del Mirabello e di Cella agli ordini dei maestri Michael Galli, Massimo Bertozzi, Valentino Manca e Angelo Iodice. Si tratta di Blendon ed Erlond Morina, Samuel Serradimigni, Shala ‘Andrei’ Fatlind, Alfred Commey, Ilirjan Kodra, Ion ‘Killer’ Grecu, Giulio Nasole e dell’elite Ivan Goretchii. Gli avversari saranno provenienti da Livorno, Bologna, Viadana, Modena e Sassuolo.

IL LIBRO. Verso le 17, a metà manifestazione, è previsto un importante momento culturale legato allo sport del pugilato, con la presentazione del libro ‘Mi chiamo Mouhamed Ali’, opera della scrittrice reggiana Rita Coruzzi, che narra la storia di Mouhamed Ali Ndyae, grande pugile italo-senegalese che da ‘vu cumprà’ è diventato campione italiano, campione dell’Unione Europea e campione del mondo Ibf junior nella categoria supermedi. Oltre all’autrice e allo stesso campione, sarà presente anche il noto giornalista sportivo Franco Ligas, grande voce del pugilato, che condurrà l’incontro e racconterà come egli stesso sia stato tra i promotori di questo libro, avendo fatto incontrare Ali e Rita.
Ligas porrà poi alcune domande al campione e alla scittrice, per illustrare alcuni momenti della difficile vita di Ali e di come essi siano poi stati trasportati sul foglio stampato, e saranno letti alcuni brani significativi tratti dal libro.
Per lasciare di nuovo spazio, infine, agli ultimi incontri delle giovani promesse della Boxe Tricolore Olmedo.

19 Maggio – Confermata la riunione a Lido Po di Guastalla (RE)

Domenica 19 maggio tornano le emozioni de ‘la grande boxe in riva al grande fiume’, l’ormai tradizionale pomeriggio pugilistico che il promoter Sergio Cavallari organizza ogni anno in primavera al Lido Po della sua Guastalla. Sul ring, che come sempre sarà allestito a pochi metri dalla riva tra il Peace in Po e il ristorante La Quadra in una splendida cornice naturale, combatteranno i migliori pugili reggiani della Boxe Tricolore Olmedo, contro pari categoria di altre società ancora in fase di definizione.

Il primo colpo di gong sarà alle ore 16. Verso le 17, a metà manifestazione, è previsto un importante momento culturale legato allo sport del pugilato, con la presentazione del libro ‘Mi chiamo Mouhamed Ali’, opera della scrittrice reggiana Rita Coruzzi, che narra la storia di Mouhamed Ali Ndyae, grande pugile italo-senegalese che da ‘vu cumprà’ è diventato campione italiano, campione dell’Unione Europea e campione del mondo Ibf junior nella categoria supermedi. Oltre all’autrice e allo stesso campione, sarà presente anche il noto giornalista sportivo Franco Ligas, grande voce del pugilato, che condurrà l’incontro e racconterà come egli stesso sia stato tra i promotori di questo libro, avendo fatto incontrare Ali e Rita.
Ligas porrà poi alcune domande al campione e alla scrittrice, per illustrare alcuni momenti della difficile vita di Ali e di come essi siano poi stati trasportati sul foglio stampato, e saranno letti alcuni brani significativi tratti dal libro.
Per lasciare di nuovo spazio, infine, agli ultimi incontri delle giovani promesse della Boxe Tricolore Olmedo.

Tutto pronto per i Regionali Elite II e il 5° Match Pro di De Bianchi

Saranno tredici i giovani guerrieri reggiani impegnati sul ring dello stadio Mirabello di via Matteotti nella grande tre giorni di pugilato proposta dalla Boxe Tricolore Olmedo del promoter Sergio Cavallari nel prossimo fine settimana. Venerdì 12 aprile e sabato 13 (con primo colpo di gong alle ore 20) e domenica 14 (con inizio alle ore 16) andranno in scena i Campionati Regionali Elite II serie impreziositi, nella serata di sabato, dalla sfida professionistica sulla distanza delle sei riprese – categoria supergallo – tra l’idolo di casa Mattia ‘Lo Spartano’ De Bianchi e il veterano bolognese Mario Salis. Numerose anche le sfide dilettantistiche ‘fuori torneo’.
Nelle due palestre della Olmedo (quella del Mirabello e quella di Cella) gli atleti stanno ultimando la dura preparazione agli ordini dello staff tecnico composto dai maestri Michael Galli, Massimo Bertozzi, Valentino Manca e Angelo Iodice.
Per quanto riguarda i Campionati, ai quali parteciperanno tutti i migliori Elite II serie dell’Emilia Romagna, saranno quattro i reggiani a partecipare: Manuel ‘Miguel’ Dattilo (56kg), Sergio Ettore (64kg), Vadim Balica (69kg) e Ilirjan Kodra (81kg). Sabato, nel match clou della serata, come detto il protagonista sarà l’imbattuto e lanciatissimo professionosta reggiano Mattia ‘Lo Spartano’ De Bianchi, chiamato ad alzare ulteriormente l’asticella nella sfida contro il veterano (19 match all’attivo con 9 vittorie e un pari contro i 4 del reggiano) bolognese Mario Salis, recentemente rientrato sul ring a Ferrara dove ha ben figurato contro il locale Musacchi. Sempre sabato, fuori torneo, combatterà anche uno dei migliori dilettanti della Olmedo, il talentuoso e spettacolare Ali El Ouahabi.
Domenica pomeriggio, oltre alle finalissime dei Campionati, saranno impegnati anche altri sette reggiani: Mahmoud Ddou (youth 69kg), Abdelhamid Ddou (youth 64kg), Antonnio Diana (youth 75kg), Arnaldo Marku (youth 60kg), Alfred Commey (youth 91kg), Karim ?Iceman’ Ayman (youth 64kg) e Ivan Goretchii (elite 75kg).