Boxe sul Fiume: i risultati

Pomeriggio bagnato ma non fortunato per la Boxe Tricolore Olmedo, che al Lido Po di Guastalla ottiene un insolitamente magro bottino di una vittoria e tre pareggi su sette incontri. La manifestazione organizzata da Sergio Cavallari, con il ring allestito come ogni anno a pochi metri dal Grande Fiume tra il Peace in Po di patron Chiericati e il ristorante La Quadra, ha offerto comunque un ottimo spettacolo sportivo, con sette battaglie intense ed equilibrate davanti a un centinaio di spettatori intervenuti nonostante la pioggia battente. Toccante la presentazione finale del libro ‘Mi chiamo Mouhamed Ali’, con l’autrice Rita Coruzzi, il protagonista della biografia Mouhamed Ali Ndyae, senegalese diventato campione di pugilato dopo essere giunto in Italia dal Senegal come ‘vu cumpra’, e con il giornalista sportivo Franco Ligas.

RISULTATI. L’unica vittoria reggiani per gli allievi dei maestri Michael Galli e Massimo Bertozzi è arrivata dal 17enne 91kg Alfred Commey, che ha attaccato da subito con convinzione il debuttante bolognese Francesco Chili, fermato dall’angolo nel secondo round. Commey, che ha ottenuto la terza affermazione in altrettanti incontri, ha ricevuto la coppa di miglior pugile della manifestazione dalle mani di Sergio Cavallari.
Per quanto riguarda gli altri match, non si può certo dire che la giuria sia stata eccessivamente casalinga. Spettacolare il pareggio tra i due youth 64kg Samuel Serradimigni e Kevin Mustafaj (Boxe Le Torri): il bolognese ha attaccato all’arma bianca ed ha subito un richiamo ufficiale nella seconda ripresa, ma Serradimigni è stato abile a difendersi e a contrattaccare in particolare nella prima, quando con un perfetto gancio sinistro ha costretto l’avversario al conteggio. Verdetti di pareggio anche tra gli elite 75kg Ivan Gortechii e Giampaolo Sazzini (Bologna), con il reggiano non abbastanza incisivo nel far valere il proprio maggiore allungo di braccia, e tra gli elite 69kg Giulio Nasole e Patrik Bortolotti (Sassuolo), con il reggiano preciso nella prima e determinato nella terza ripresa.
In apertura le tre sconfitte, tutte di misura e ai punti: ritmo altissimo tra gli youth 69kg Ahmed Thon e Federico Manzini di Cremona, un po’ di comprensibile confusione tra i due school boys 13enni Erlond Morina e Marvin Ghilarducci (Livorno), e verdetto un po’ ingeneroso per Ettore Sergio autore di una prova attenta contro Sajmir Muzhaqi di Parma.
Posted in News/eventi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *