Risultati dei combattimenti del 06 Marzo a Modena

Continua l’avvicinamento alla serata di sabato 19 marzo al Palahockey per i pugili della Boxe Tricolore Olmedo: al duro lavoro nella palestra di Cavazzoli agli ordini dei maestri Michael Galli e Massimo Bertozzi, si alternano le uscite sui ring di tutta Italia.

Nei giorni scorsi a Modena hanno combattuto Lorenzo Gambarelli (nella foto) e Nunzio Orefice.

Gambarelli, senior 69 kg, era al secondo match in carriera, ma si trattava praticamente del debutto, essendo nel primo uscita la spalla all’avversario dopo pochi secondi di combattimento: questa volta, contro il modenese Mouhassab Osama, il confronto è giunto al termine delle tre riprese previste, con una bella affermazione ai punti del reggiano, autore di una prestazione attenta e intelligente.

Sconfitta ai punti invece per Orefice, elite 64 kg, dopo una serratissima battaglia a viso aperto contro il modenese Migliori, premiato dai giudici con un verdetto un po’ casalingo.

Marisa Ferrara vince il torneo Open nazionale Elite II Serie 48 Kg

Mentre i giovani pugili reggiani si stanno allenando duramente nella palestra di Cavazzoli agli ordini dei maestri Michael Galli e Massimo Bertozzi in vista della serata di sabato 19 marzo al Palahockey, la Boxe Tricolore Olmedo ha ottenuto nei giorni scorsi l’ennesimo importante risultato: a Livorno la guerriera Marisa Ferrara ha vinto il prestigioso torneo “open” nazionale nella categoria 48 kg elite II serie.
In semifinale l’atleta reggiana ha battuto nettamente la siciliana Jessica Valentina Conti, grazie ad una partenza aggressiva con cui ha sovrastato sia fisicamente che mentalmente l’avversaria. Su consiglio dell’angolo, negli ultimi due round Marisa ha anche tirato il freno a mano per non infliggerle una lezione troppo dura.
In finale l’allieva di Galli e Bertozzi ha dato vita insieme alla lombarda Ljuba La Greca ad una battaglia assai equilibrata e di rara intensità, vinta però dalla reggiana grazie alla maggior incisività dei colpi portati a segno.

Boxe Tricolore – 5 vittorie su 5 match sul ring di Sorbolo

In attesa di combattere davanti al pubblico di casa sabato 19 marzo al Palahockey, i pugili reggiani della Boxe Tricolore Olmedo continuano a raccogliere gloria sui ring di tutta la Penisola. Sabato sera a Sorbolo erano impegnati cinque allievi dei maestri Michael Galli e Massimo Bertozzi, con altrettante entusiasmanti vittorie.
Il campione regionale youth 54kg Lorenzo ‘Hurricane’ Martinucci ha sconfitto nettamente ai punti il forte Mattia Alaimo della Boxe Mugello, grazie ad una prestazione aggressiva e chirurgica nello stesso tempo: Hurricane pressava il più alto avversario dalla breve distanza con grande velocità, per poi dileguarsi con grande maestria eludendone gli attacchi.
Al campione regionale senior 75kg Alessandro Iacono sono bastati 50 secondi e un solo pugno per dare spettacolo, ed avere la meglio sul pericoloso Paulo Pipaj, sempre della Boxe Mugello: il toscano ha cominciato attaccando all’arma bianca, costringendo Iacono a chiudersi in difesa, fino al momento di un terribile e risolutivo montante al fegato quando non era passato nemmeno un minuto dal suono del gong.
Primo match da ‘elite’ senza caschetto (ma non se ne è accorto nessuno) per il campione regionale 56kg Mattia ‘Lo Spartano’ De Bianchi, che ha brillantemente sconfitto ai punti il terzo avversario del Mugello, Ermon Arefayne, sempre in difficoltà di fronte alle serie improvvise e saettanti di De Bianchi, ed anche ammonito ufficialmente per l’uso scorretto della testa.
Grande prova anche per l’elite 81kg Oldrin Mukaj nella ‘bella’ contro il piacentino Sabatino Martini, con il quale aveva già ottenuto una sconfitta e una vittoria; nella sfida risolutiva il reggiano è stato nettamente superiore.
Debutto con vittoria per ko per il senior 69kg Lorenzo Gambarelli, senza però praticamente boxare, visto che all’avversario, lo sfortunato Giuseppe Alabrese di Parma, è uscita la spalla dopo pochi secondi dall’inizio del confronto. Gambarelli potrà misurarsi nuovamente sul ring il 19 al Palahockey, insieme a molti dei suoi compagni di palestra.

Boxe Tricolore: ottime prestazioni nel weekend di combattimenti in Toscana

Dopo aver raggiunto nel 2015 per il secondo anno consecutivo il primo posto tra le associazioni pugilistiche dell’Emilia Romagna, nonchè il 12esimo a livello nazionale su oltre mille, la Boxe Tricolore Olmedo ha iniziato il 2016 nel segno della continuità, cioè facendosi valere sui ring di tutta Italia.

In attesa della prima manifestazione casalinga (prevista per sabato 19 marzo al Palahockey), durante lo scorso fine settimana i giovani pugili reggiani allievi dei maestri Michael Galli e Massimo Bertozzi sono stati impegnati in Toscana contro atleti di casa, con buone prestazioni e alterni risultati.

Venerdì sera a Livorno altra grande vittoria per il 70kg senior Alessandro Iacono, che ha dominato per tutti i round contro il ben più esperto Nicola Di Quirico, incapace di impensierire il reggiano che nell’ultimo round ha tirato il freno a mano per non infliggere all’avversario un inutile ko; bel debutto per il junior 57kg Luca Arduini, il quale ha sconfitto ai punti Elia Centelli mostrando una buona padronanza del ring.

Pareggio che vale una vittoria per il junior 58kg Samuel Serradimigni (foto) contro Nicola Meacci, imbattuto, vincitore dei campionati italiani debuttanti, più vecchio di un anno e di 15cm circa più alto del reggiano; Samuel non si è però fatto intimorire, ed ha attaccato per tutto l’incontro, sempre mobile sul tronco per colpire dalla corta distanza evitando il fuoco di sbarramento del livornese.

L’altro debuttante Luigi Villella, senior 52kg, ha perso di misura ai punti contro l’aggressivo Davide Olivieri, Orefice Nunzio (elite 64kg) al suo primo match senza caschetto è incappato in una squalifica contro Michele Cicchitti, mentre il campione regionale youth 49kg Eros Truzzi è stato penalizzato da un verdetto smaccatamente casalingo contro il campione italiano (e pupillo della società organizzatrice) Emanuele Santini, il quale spesso è andato a vuoto ingannato dalle “magie” alla Sugar Ray Leonard dell’estroso Truzzi.
Il giorno successivo a Firenze il 64kg youth Cristiano Caiti ha perso di misura ai punti contro il bravo Mattia Palermo, avendo fornito una prestazione comunque positiva che ne ha messo in luce la crescita.

Boxe Tricolore 1° in Emilia Romagna e 12° Nazionale!

Per il secondo anno consecutivo la Boxe Tricolore Olmedo si è classificata al primo posto tra le società pugilistiche dell’Emilia Romagna nelle graduatorie di merito federali, stilate in base alle vittorie ottenute e all’attività organizzativa.
Ma se nei dati relativi al 2014 l’associazione reggiana si era posizionata al ventunesimo posto a livello nazionale (su oltre mille società attive), nel 2015 ha ulteriormente migliorato, arrivando dodicesima in tutta Italia.
Un risultato storico (il primato regionale mancava da oltre trent’anni, quando la società si chiamava ‘Pugilistica Reggiana’), raggiunto grazie alle nove manifestazioni organizzate nell’anno a Reggio e provincia, e ai 139 match disputati sui ring di tutta la penisola dai ragazzi reggiani, di cui 83 vinti, 21 pareggiati e soltanto 35 persi. Il merito va a tutti gli atleti, agli insegnanti Michael Galli e Massimo Bertozzi, al presidente Franco Gualerzi, al manager Sergio Cavallari, al consigliere nonchè main sponsor Luca Quintavalli della Olmedo, promotori appassionati ed instancabili di questa impresa sportiva.
Numerosi i riconoscimenti individuali: Luca Cilloni campione regionale junior 69 kg, Anastasiya Kryvchenko seconda ai nazionali youth 60 kg, Mattia ‘Lo Spartano’ De Bianchi campione regionale youth 56 kg e terzo agli italiani, Alessandro Iacono campione regionale senior 75 kg, Geremia Grisetti campione regionale schoolboys 62 kg, Eros Truzzi campione regionale junior 46 kg, Claudia Salerno seconda agli italiani youth 69 kg, George Painstil campione regionale senior 75 kg, Lorenzo ‘Hurricane’ Martinucci campione regionale junior 52 kg e vincitore del prestigioso Torneo Italia, Erik ‘Dynamite Kid’ passato neopro nel 2015 con 4 vittorie ed un pari, ed ora pronto a lanciarsi nel professionismo vero e proprio.
Ora i tesserati agonisti, circa una quarantina dai 13 ai 39 anni, tutte le sere si allenano duramente in una palestra di Cavazzoli che ormai fa fatica a contenerli tutti. Anche nel 2016 si punta in alto, con la volontà di migliorare ulteriormente questo clamoroso risultato di squadra, seppur ottenuto nello sport individuale per eccellenza.

Nella foto: ALCUNI ATLETI DELLA BOXE TRICOLORE OLMEDO:
NELLA FOTO SOTTO, tra gli altri: : Galli, Cavallari, Gualerzi, Bertozzi, Quintavalli

BOXE TROFEO BONDAVALLI 2015 PIAZZA SAN PROSPERO REGGIO EMILIA PREMIAZIONE MASSIMO BERTOZZI MAICOL GALLI

BOXE TROFEO BONDAVALLI 2015 PIAZZA SAN PROSPERO REGGIO EMILIA
PREMIAZIONE MASSIMO BERTOZZI MICHEAL GALLI

Tutti in piazza San Prospero per la grande boxe del “Gino Bondavalli”

REGGIO EMILIA. La 18esima edizione della manifestazione pugilistica, seguita da un migliaio di persone, ha visto il primo successo tra i professionisti di Erik “Dynamite Kid” Bondavalli.

 

Fotogallery:

http://gazzettadireggio.gelocal.it/reggio/foto-e-video/2015/07/12/fotogalleria/tutti-in-piazza-san-prospero-per-la-grande-boxe-del-gino-bondavalli-1.11766411#3

Grisetti vince ai punti il “derby” con Pignoli

Boxe: successo a Mantova per Zouahir Belhamra della Tricolore Olmedo L’altra sfida tra Reggio e Scandiano vede il pareggio tra Martinelli e Baroni

REGGIO EMILIA. Pugili dilettanti reggiani protagonisti sul ring di Mantova. Nella categoria 60 kg youth Zouahir Belhamra, accompagnato dalla Boxe Tricolore Olmedo (i maestri MIchael Galli e Antonio Midili, il presidente Franco Gualerzi ed il promoter Sergio Cavallari) ha stravinto contro l’atleta di casa Eathnine Badar della Boxe Mantova. Per la categoria school boys 57 kg derby tra Geremia Grisetti della Tricolore Olmedo e Dylan Pignoli dell’Iron CLub Gym Scandiano (seguito all’angolo dal maestro Valentino Manca e dal presidente Gianni Pignoli). Grisetti grazie ad un maggior allungo e ad un pregevole gioco di gambe si è aggiudicato ai punti il confronto . Per la categoria senior 64 kg Fouad El Ghazali della Boxe Guastalla (la nuova società dei maestri Marco Tosi e Massimo Di Padova) ha vinto ai punti all’esordio contro Giuseppe Cimmino della Boxe Fidenza, mentre Michele Perna, senior 64 kg della Tricolore Olmedo, è stato fermato da una doppia

squalifica mentre stava dominando contro l’atleta di casa Claudio Rosafio. Infine l’altro derby Reggio-Scandiano per la categoria senior 75 kg tra Emiliano Martinelli della Tricolore Olmedo e Cristian Baroni dell’Iron Club Gym è finito in pareggio dopo un confronto intenso ed equilibrato.

Lorenzo Martinucci è un “uragano” perfetto

Quattro pugili reggiani della Boxe Tricolore Olmedo sono stati protagonisti sul ring di Bellaria Igea Marina nel prestigioso ‘Torneo Italia’ categorie schoolboys, junior e youth. Manuel Serradimigni, Eros Truzzi e Cristiano Caiti si sono dovuti arrendere in semifinale, rispettivamente contro il fiorentino Guidi (schoolboys 56kg), il veronese Adami (junior 46kg) e il milanese Moretti (youth 60kg). A tenere alti i colori reggiani ci ha pensato Lorenzo ‘Hurricane’ Martinucci, che si è laureato campione nella junior 50 kg battendo in finale Vesprini

di Castelfidardo.

«Lorenzo ha fatto un match perfetto in attacco_ racconta il maestro Michael Galli _ serrato e preciso come un professionista: già alla prima ripresa ha provocato una ferita sul viso dell’avversario grazie ad un gancio destro; ha dominato dalla prima all’ultima ripresa».

Guastalla, grande boxe 8 vittorie e 2 pareggi per la Tricolore Olmedo

GUASTALLA. Otto vittorie e 2 pareggi su 10 match ieri per i pugili della Boxe Tricolore Olmedo allenati dai maestri Michael Galli e Massimo Bertozzi nella sesta “Grande boxe in riva al grande fiume”, organizzata con il promoter guastallese Sergio Cavallari. Folla attorno al ring allestito al ristorante Peace in Po. Il debuttante assoluto Lorenzo Galvani (69 kg) ha sconfitto il combattivo Matteo Palagreco (Skull Canavesana) e anche l’emozione. Kevin Costa (75 kg) ha superato ai punti Mattia Murano (Canavesana), sfruttando l’allungo.Giada Epifani (75 kg) regalava centimetri ad Andrea Hilary Gomiero (Piovese), ma è stata abile ad entrare nella sua guardia costringendola a legare di continuo: 3 richiami ufficiali e vittoria per squalifica alla 4ª ripresa.Zouahir Belhamra (60 kg) parte in modo incerto contro Giovanni Foresta (Canavesana), poi trova il guizzo giusto nel 2° round costringendo il medico Guidetti a decretare lo stop dopo 2 conteggi. Vittoria per ko tecnico. Giusto pari tra Cristiano Caiti (youth 60 kg) e Paolo Emilian Patrascu (Canavesana). La guerriera Claudia Salerno (youth 69 kg) aveva un minor allungo rispetto a Margherita Albergo (Piacenza), ma ha sopperito attaccando di continuo: schiacciante la vittoria ai punti. Uno dei 2 nuovi acquisti, Karim Bejaoui (81 kg) allenato dal maestro Disogra, ha esordito con una vittoria per kot alla 3ª contro Alessandro Beccato, frutto di un devastante gancio destro sullo zigomo. Anche l’altro allievo di Disogra, il 75 kg George Painstil, ha vinto prima del limite: kot alla 2ª contro Stefano Savio (Canavesana) dopo 2 conteggi. Grande prova di Eros Truzzi (junior 50 kg), poi premiato come miglior pugile della

riunione: ha subìto Giuseppe Astorino (Canavesana), poi ha iniziato a boxarlo dalla distanza senza lasciargli scampo. Nel match finale tra elite 75 kg, Oldrin Mukaj ha sofferto per tutti e 3 i round la velocità e la precisione di Antonio Bonamassa (Canavesana). Generoso pareggio.

Giada Epifani della Tricolore è vice campionessa d’Italia

ROMA. Giada Epifani della Boxe Tricolore Olmedo si é laureata vicecampionessa italiana nella categoria 81kg elite.

Accompagnata dal maestro Michael Galli, ha affrontato in semifinale Parini della Boxe Medicina conducendo un bellissimo match, sempre aggressiva ed incisiva per tutte e quattro le riprese: sacrosanta vittoria ai punti.

In finale la reggiana ha incontrato la laziale Forzano; ne è nato un combattimento infuocato con entrambe a parare e rispondere a corta distanza. Match sul filo del rasoio e verdetto assegnato di stretta misura alla Forzano.

Giada ha fatto ritorno a Reggio con l’argento, ma soprattutto la voglia di riprovarci l’anno prossimo, con la consapevolezza di avere tutte le possibilita di conquistare la medaglia piu nobile.