Boxe Tricolore detta legge a Mantova

Altra trasferta positiva per i pugili reggiani della Boxe Tricolore Olmedo, che venerdì sera hanno dettato legge sul ring di Mantova nel ‘Memorial Attilio Lasagna’.

Seguiti all’angolo dal maestro Michael Galli, hanno combattuto Lorenzo Gambarelli (senior 69 kg) e Cristiano Caiti (youth 64 kg).

 

Gambarelli ha dato vita ad una dura battaglia con il piacentino Abdoulaye Diop, scambiandosi colpi pesanti ma prevalendo in tutte le riprese e vincendo meritatamente ai punti.

 

Caiti ha sfidato per la terza volta Natanael Ramillano di Carpi: dopo due sconfitte è arrivato finalmente un risultato positivo di pareggio, anche se il verdetto ha lasciato l’amaro in bocca essendo sfuggita la vittoria per un conteggio subito a pochi secondi dalla fine; il reggiano ha mostrato grandi miglioramenti. Entrambi saranno impegnati nelle prossime settimane nei campionati regionali, con ambizioni di vittoria.
All’organizzazione della riunione mantovana ha contribuito anche Sergio Cavallari, essendo stato Attilio Lasagna il suo primo insegnante di pugilato. Il manager guastallese ha portato il prospetto più interessante del suo team: il 22enne massimo leggero romano Simone ‘Tyson’ Federici, già pluricampione italiano da dilettante, che venerdì ha ottenuto la nona vittoria da professionista dando spettacolo e battendo per ko tecnico alla terza ripresa il serbo Mile Nikolic, mostrando doti non comuni di potenza, tecnica e continuità d’azione. “Farò combattere Simone anche al Palahockey _ dichiara Cavallari _ gli appassionati reggiani potranno vedere in azione uno dei giovani più promettenti del panorama nazionale”.

Rientro alla grande: 3 vittorie sul ring di Quarto (PC)

E’ cominciata alla grande la nuova stagione del pugilato reggiano, con tre vittorie su tre in trasferta contro pugili di casa per i guerrieri della Boxe Tricolore Olmedo. Sabato sul ring di Quarto di Piacenza, accompagnati dai maestri Michael Galli e Massimo Bertozzi, hanno fatto saltare il banco Doku ‘Yuri’ Durim (senior 69 kg), Emiliano Martinelli (senior 75 kg) e Ion Mihelea (elite 69 kg).
Durim, atleta di origine albanese, era al debutto assoluto contro il piacentino Carella, che si presentava con un match all’attivo. Il reggiano però si è subito scrollato di dosso i timori dell’esordio attaccando l’avversario fin dal primo round e prendendo in mano le redini dell’incontro. Dominio totale e netta vittoria ai punti.
Vittoria ai punti di intelligenza e importanti miglioramenti anche per Martinelli, imprenditore con la passione del pugilato, che ha portato a scuola il piacentino Hitaj mettendo spesso a segno il diretto sinistro. Un ottimo test per il reggiano in vista dei campionati regionali che si terranno a Modena a fine mese.
Grande battaglia infine tra Mihelea ed il forte piacentino Magrini, avversario coriaceo ma messo in riga dall’atleta della Olmedo grazie soprattutto ad un bel movimento di gambe e ad un diretto destro smepre pungente.

Nella foto da sinistra: Durim, Mihelea, Bertozzi, Martinelli, Galli

19º Memorial Bondavalli: tutti i risultati!

Otto vittorie, un pareggio e tre sole sconfitte: è il ricco bottino ottenuto sabato sera in piazza San Prospero nel 19° Memorial Gino Bondavalli dai pugili reggiani della Boxe Tricolore Olmedo, la società organizzatrice insieme a Sergio Cavallari dell’evento sportivo a cui hanno assistito centinaia di appassionati.

Gli allievi dei maestri Michael Galli e Massimo Bertozzi, insieme ai loro avversari provenienti da Emilia Romagna, Piemonte e Lombardia, hanno onorato al meglio la memoria del grande Gino, leggenda del pugilato reggiano azzurro da dilettante e campione italiano ed europeo in due diverse categorie da professionista.
In apertura il sedicenne campione regionale junior Luca Arduini (junior 60kg) ha mantenuto l’imbattibilità avendo la meglio su Singh Cheema di Sorbolo grazie ad un match condotto sempre all’attacco; nella stessa categoria di peso ed età Alexis Boussim ha invece ottenuto la prima sospirata vittoria in carriera, grazie ad un’efficace boxe di rimessa contro il modenese Andrei Voitic.
La guerriera Maria Rosaria Ferrara (campionessa italiana II serie 48kg) si è arresa a testa alta dopo un’aspra battaglia alla più incisiva piemontese Mihaela Leuca, mentre Geremia Grisetti (junior 63kg) con il suo pugilato fatto di colpo d’occhio e schivate millimetriche ha dato spettacolo contro Alessio Vergnano di Biella, contato nel secondo round dopo aver subito un perfetto gancio sinistro del reggiano.
Sconfitta onorevole per intervento medico alla terza ripresa per il senior 69kg Lorenzo Gambarelli, il quale ha arginato con grande cuore l’irruenza del forte Marcel Cioram di Parma; vittoria ragionata per il senior 75kg Emiliano Martinelli, che ha controllato la situazione contro il piemontese Luca Papandrea facendo valere il proprio maggior allungo.
Verdetto di pareggio (che ha fatto rumoreggiare il pubblico) tra lo youth 64kg Cristiano Caiti e Hamza Midane di Vercelli: il reggiano, più piccolo, ha sempre attaccato cercando la corta distanza, ma ciò non è bastato a convincere i giudici. Grande prestazione, determinata e concreta, per il talentuoso youth 49kg Eros Truzzi, che per aver la meglio del piemontese Ayman Moubtassim ha dovuto mettere sul ring il meglio di sè stesso.
Sconfitta ai punti, dopo una battaglia intensa ed equilibrata, per il senior 81kg Karim Bejaoui contro Inoussa Nonkane di Parma, sbilanciato e caduto sul tavolo della giuria senza conseguenze; lo youth 60kg Lorenzo ‘Hurricane’ Martinucci, reduce dal ritiro con la Nazionale, pur facendo fatica a trovare la giusta misura ha sempre condotto il match contro il lombardo Biagio Addesi, vincendo meritatamente ai punti.
Il senior 75kg George Painstil si è aggiudicato il verdetto contro Vladislav Filipenco di Parma al termine di una battaglia un po’ confusa, in virtù di una maggiore pressione offensiva. L’imbattuto senior 75kg Alessandro ‘Killer’ Iacono, poi votato come miglior pugile della serata, è riuscito a vincere ai punti di misura contro l’ottimo Matteo Ricciardi di Riccione, riuscendo a piazzare qualche colpo preciso in più dell’avversario.

Galleria fotografica:

 

XIX Trofeo Memorial Gino Bondavalli – 09 luglio 2016 ore 20:30 in Piazza San Prospero, Reggio Emilia

REGGIO EMILIA. Dodici match dilettantistici, con impegnati altrettanti giovani atleti reggiani che daranno tutto per onorare al meglio lo spirito del grande Gino Bondavalli, la leggenda del pugilato reggiano capace di vincere il titolo italiano ed europeo in due diverse categorie. E’ il programma del diciannovesimo ‘Memorial Bondavalli’, organizzato da Boxe Tricolore Olmedo e Sergio Cavallari che andrà in scena sabato sera (09 Luglio) con primo colpo di gong alle ore 20.30 in piazza San Prospero.
‘Hic sunt leones’, qui ci sono i leoni, è il motto latino stampato sulle magliette della Tricolore, e i giovani allievi dei maestri Michael Galli e Massimo Bertozzi dovranno dimostrarlo sabato sera sul ring, allestito come ogni anno proprio davanti ai ‘leoni’ della basilica di San Prospero, contro pari categoria provenienti da Emilia Romagna, Lombardia e Piemonte, e davanti alle centinaia di spettatori che abitualmente si raccolgono intorno al quadrato.

 

Nei junior 60kg Luca Arduini, imbattuto studente classe 2000, se la vedrà con Sing Cheema della Fratellanza Sorbolese Pugilato; nei junior 57kg Alexis Boussim cercherà la prima vittoria in carriera contro Andrei Voitic del Robby Team; per la categoria elite II serie femminile 48kg la campionessa italiana Maria Rosaria Ferrara affronterà Mihaela Leuca della Boxe Grugliasco.
Nei junior 63kg Geremia Grisetti, campione regionale 2014 e 2015, combatterà contro Alessio Vergnano del Boxing Club Biella, mentre il senior 69kg Lorenzo Gambarelli si troverà di fronte Marcel Cioran della Boxe Parma;  avversari piemontesi per il senior 75kg Emiliano Martinelli, imprenditore con il vizio del pugilato, e per lo youth 64kg Cristiano Caiti: rispettivamente Luca Papandrea della Boxe Grugliasco e Hamza Midane della Vercelli Boxe.
Con la sfida tra il talentuoso youth 49kg Eros Truzzi (campione regionale ed interregionale negli ultimi tre anni nonchè medaglia di bronzo ai campionati italiani) e Ayman Moubtassim della Boxe Grugliasco si entrerà nella fase caldissima della serata; a seguire botte da orbi con i senior 81 e 75kg allenati dal maestro Giuseppe Disogra, Karim Bejaoui e George ‘Foreman’ Painstil, rispettivamente contro Inoussa Nonkane e Vladislav Filipenco della Boxe Parma.
Lo youth 57kg Lorenzo ‘Hurricane’ Martinucci, già plurititolato a soli 17 anni e reduce dal ritiro con la nazionale, affronterà Biagio Addesi della Palumbo Dax Boxe, prima del gran finale affidato al rullo compressore Alessandro Iacono, senior 75kg che finora ha asfaltato ogni avversario che si è trovato di fronte: vedremo se Matteo Ricciardi del Fight Club Riccione sarà l’ennesima vittima o se riuscirà ad invertire la tendenza.

Locadina dell’evento:

Clicca per ingrandire

Clicca per ingrandire

Scatta il conto alla rovescia per il 19° Memorial Bondavalli

Scatta il conto alla rovescia per la diciannovesima edizione del Memorial Gino Bondavalli, che si terrà sabato prossimo 9 luglio dalle 20.30 in piazza San Prospero, organizzato da Sergio Cavallari e Boxe Tricolore Olmedo del presidente Franco Gualerzi in ricordo della leggenda del pugilato reggiano campione italiano ed europeo in due diverse categorie.
In cartellone un ricco programma dilettantistico, con impegnati i migliori giovani reggiani allievi dei maestri Michael Galli e Massimo Bertozzi, tra cui Luca Arduini (campione regionale junior 57 kg), Alexis Boussim, Marisa Ferrara (campionessa italiana II serie 46 kg), Lorenzo Gambarelli, Emiliano Martinelli, Karim Baejaoui, Cristiano Caiti, Geremia Grisetti (campione regionale junior 63 kg), George Painstil, Eros Truzzi (campione regionale junior 49 kg), Lorenzo ‘Hurricane’ Martinucci (campione del Torneo Italia youth 56 kg e appena rientrato dal ritiro con la nazionale), Alessandro Iacono, Mattia ‘Lo Spartano’ De Bianchi (campione regionale youth 56 kg) e Ion Mihelea.
IACONO. Ennesima grande vittoria sabato a Fano per l’imbattuto senior 75 kg Alessandro Iacono, che nel match clou della serata ha frantumato l’ennesimo avversario: l’idolo di casa Bagnoni. Dopo una partenza infuocata Bagnoni, non appena saggiata la pesantezza delle mani del reggiano, ha tirato i remi in barca cercando di limitare i danni. Iacono, che ha vinto nettamente ai punti, sta continuando ad acquisire consapevolezza nei propri mezzi ed a migliorare di match in match. “Può diventare una vera bomba” commenta il maestro Galli. Attendiamo di rivederlo in azione sabato al Memorial Bondavalli.
DE BIANCHI. Anche ‘Lo Spartano’ sarà impegnato sabato in piazza San Prospero, e l’incontro gli servirà in vista dell’importantissimo torneo Guanto d’Oro, che si terrà a Gorizia dal 15 al 17 luglio. De Bianchi è stato selezionato come uno dei migliori otto dilettanti a livello nazionale della propria categoria, elite 56 kg, e avrà l’opportunità di misurarsi con gli altri sette.

Guanto d’Oro Femminile 2016: Epifani e Salerno protagoniste

Altro fine settimana positivo per il pugilato reggiano, con due atlete della Boxe Tricolore Olmedo che hanno ben figurato al prestigioso Guanto d’Oro femminile. A Sanremo, accompagnate dai maestri Michael Galli e Massimo Bertozzi, hanno combattuto le due leonesse della palestra di Cavazzoli: Claudia Salerno (75 kg) e Giada Epifani (+81 kg).
La Salerno, nonostante un ginocchio non al meglio, ha sconfitto nettamente in semifinale la rappresentante della Calabria Arcuri, dopo un match agguerrito in cui ha però dimostrato di avere più ritmo e potenza. Altra battaglia in finale con la campana Canfora, premiata dal verdetto dei giudici con un verdetto che ha fatto storcere il naso all’angolo reggiano.
La Epifani si è invece aggiudicata brillantemente la medaglia d’oro, con le vittorie in semifinale sull’abruzzese Barbera, alla quale non ha mai lasciato respiro dalla breve distanza, ed in finale contro la veneta Giacomini, in difesa dall’inizio alla fine.
Lorenzo ‘Hurricane’ Martinucci intanto è a Roma dove continua il ritiro con la nazionale youth.

Lorenzo “Hurricane” Martinucci convocato in Nazionale

Continua il momento d’oro del pugilato reggiano: il giovane campione della Boxe Tricolore Olmedo Lorenzo ‘Hurricane’ Martinucci è stato convocato in Nazionale e domenica 26 giugno si è recato a Roma dove sarà in ritiro con gli azzurri fino al 2 luglio per essere conosciuto e valutato dai tecnici federali.

Per il 56 kg youth, studente reggiano classe 1999, allievo dei maestri Michael Galli e Massimo Bertozzi, si tratta di un grande risultato, del tutto meritato dopo aver vinto le ultime due edizioni del Torneo Nazionale Italia ‘Alberto Mura’, dopo essersi laureato campione regionale e interregionale per tre anni consecutivi e dopo aver conquistato una medaglia di bronzo ai Campionati Italiani.

Pugile tecnico, talentuoso e intelligente sul ring, ‘Hurricane’ ha già vinto diciassette incontri in carriera.

Trasferta di Bologna e campionati universitari: weekend di impegni per la Boxe Tricolore

Si è conclusa con le finalissime di lunedì sul ring del Palahockey la tre giorni dei Campionati Nazionali Universitari, che quest’anno si sono tenuti a Reggio Emilia organizzati dalla Boxe Tricolore Olmedo e Sergio Cavallari per conto della Federazione Pugilistica Italiana in collaborazione con il Cus di Modena e Reggio Emilia. All’atto conclusivo hanno assistito anche il presidente della Fpi Alberto Brasca insieme a tutti i vertici federali.
Tra i 78 pugili studenti universitari (49 uomini e 29 donne) che hanno partecipato, si sono laureati campioni: per le categorie femminili Giulia Michetti (48 kg, Cus Monza Brianza), Giulia De Laurenti (54 kg Cus Torino), Martina Pietrolungo (57 kg Cus Roma Sapienza), Diana Cervi (60 kg Cus Milano) e Rachele Valvo (64 kg Cus Rmsr); per le categorie maschili Alessandro D’Ambrosio (56 kg Cus Salerno), Mattia Di Tonto (60 kg Cus Chieti), Fateh Benkorichi (64 kg Cus Milano), Antonio Carini (69 kg Cus Caserta), Diego Vergoni (75 kg Cus Perugia), Edoardo Nodaro (81 kg Cus Roma 3), Tommaso Rossano (91 kg Cus Napoli), Dmytro Tonyshev (+91 kg Cus Venezia). La classifica a squadre è stata vinta dal Cus Milano davanti al Cus Roma Sapienza.

 
OLMEDO. Contemporaneamente nel fine settimana due atleti reggiani della Boxe Tricolore Olmedo, accompagnati dai maestri Michael Galli e Massimo Bertozzi, si sono fatti valere sul ring di Bologna. Il 60 kg junior Luca Arduini ha battuto ai punti il ferrarese Antonio Licata, più vecchio di un anno ma incapace di fronteggiare gli attacchi del reggiano; il senior 75 kg Emiliano Martinelli ha sconfitto sempre ai punti il pugile di casa Marco Mello. “Mello è dotato di grande fisico ed aveva tutto il pubblico a favore _ racconta il maestro Galli _ ma contro Martinelli non ha avuto scampo. Emiliano, che grazie al lavoro in palestra ha imparato ad essere più mobile sulle gambe ed a mettere colpi più secchi, gli ha dato una vera e propria lezione di boxe”.

Bis di vittorie sul ring di Imola

Ottimi risultati sabato scorso per i pugili reggiani della Boxe Tricolore Olmedo in trasferta sul ring di Imola. Tre i ragazzi impegnati, accompagnati come sempre dai maestri Michael Galli e Massimo Bertozzi.
Ennesima grande vittoria contro un pugile più alto e più pesante per Mattia ‘Lo Spartano’ De Bianchi, elite 56kg: il riminese Nicolò Para non è mai riuscito a far valere la propria maggiore stazza fisica, in quanto il reggiano con la velocità e la scelta di tempo che lo contraddistinguono lo ha sempre mandato a vuoto, castigandolo poi con serie fulminee. Netta vittoria ai punti, così come quella ottenuta dal senior 69 kg Lorenzo Gambarelli contro l’atleta di Imola Matteo Brambilla: impossibile per i giudici anche solo pensare ad un verdetto casalingo, tale è stata la superiorità del reggiano, molto mobile sulle gambe ed abile a schivare e incrociare.
Il senior 81 kg della Olmedo Karim Bejaoui, infine, si è reso protagonista di un confronto avvincente ed equilibrato con il ravennate Succigliari: alla fine delle tre riprese i due pugili erano a centro ring in attesa dell’incerto verdetto, quando l’arbitro ha notato che il reggiano indossava sotto i guantoni un anellino; una dimenticanza che, come da regolamento, gli è costata la sconfitta per squalifica.
Nella foto: De Bianchi, Galli e Gambarelli

Torneo Italia – Lorenzo “Hurricane” Martinucci campione 56 Kg

 Grande impresa lo scorso fine settimana sul ring di Mondovì, in provincia di Cuneo, per Lorenzo ‘Hurricane’ Martinucci, che si è aggiudicato il ‘Torneo Italia’ con un capolavoro pugilistico. Il giovane atleta reggiano della Boxe Tricolore Olmedo, accompagnato dai maestri Michael Galli e Massimo Bertozzi, ha vinto la competizione destinata ai campioni regionali giovanili di tutta la penisola della sua categoria youth 56kgsconfiggendo ai punti in finale il forte ed esperto calabrese Osnato, già campione italiano. “Lorenzo _ racconta il maestro Galli _ ha studiato questo forte avversario in semifinale, capendo come fregarlo: si muoveva sul tronco e, prima che l’altro partisse, faceva quel passo in avanti anticipandolo e lavorando dalla corta distanza. Una grande prova”.

 Nel Torneo Italia erano impegnati anche altri due reggiani: il campione regionale junior 60kg Samuel Serradimigni, il quale ha perso ai punti in semifinale ma senza mollare di un centimetro contro il forte lombardo Paragnani, e del campione regionale youth 49kg Eros Truzzi, il quale si è dovuto inchinare per la quarta volta in carriera al campione veneto Adami, ma per la prima volta di stretta misura.